Ragadi alle mani, come curare i fastidiosi taglietti vicino alle unghie


Piccoli taglietti sulle mani, o sui piedi, pelle arrossata che ‘pizzica’ e si screpola. Un sintomo che può essere banalmente classificato come una banale secchezza della pelle ma che, invece, potrebbe essere qualcosa di più ‘grave’. Proprio così, perché questi sono i sintomi delle cosiddette ragadi della pelle.

Le ragadi sono un fenomeno che interessa in particolar modo mani e piedi. Nel caso delle ragadi alle mani, compaiono come detto in precedenza, dei piccoli taglietti nelle vicinanze delle unghie, alle estremità delle dita. A prima vista può apparire come una conseguenza naturale ad una semplice screpolatura, una conseguenza destinata a rientrare da sé entro poco tempo, ma non è sempre così semplice. In molti casi si intuisce che si tratta di ragadi alle mani proprio perché dopo un notevole periodo di tempo queste microferite non migliorano. E in determinate circostanze, come nel periodo inverno, può avvenire un deterioramento ancora peggiore. Continua a leggere dopo la foto








Tra le cause predisponenti le ragadi delle mani ci sono alcune patologie e condizioni dermatologiche per cui alcuni gruppi di persone sono più predisposti a svilupparle: tra le condizioni dermatologiche che possono causare l’insorgenza di ragadi alle dita delle mani, si trovano patologie molto diffuse come per esempio la dermatite atopica, la dermatite da contatto, la psoriasi e la disidrosi mentre tra le patologie predisponenti si possono trovare l’artrosi cervicale e delle mani stesse, per ridotta vascolarizzazione ed innervazione della pelle distale, oltre a difetti della vascolarizzazione periferica, presente come fenomeno isolato detto fenomeno di Raynaud o associato a patologie immunologiche, quali il lupus eritematoso sistemico, la sclerodermia e altre. Continua a leggere dopo la foto






Le ragadi alle mani sono quindi un problema che si presenta con una certa frequenza e che va affrontato con il proprio medico per trovare la terapia migliore e guarire. È importante usare una crema per ragadi alle mani. Eliminano la secchezza, ridanno elasticità. Sono alleati fortissimi per le nostre mani. Ci sono creme emollienti, specifiche, che non solo aiutano a far guarire le ferite, ma tengono sotto controllo l’eventuale comparsa di lesioni nuove, fino a vederle scomparire definitivamente. Continua a leggere dopo la foto



 


Potete utilizzare dei cerotti a base di urea per proteggere e idratare allo stesso tempo, continuando comunque ad applicare una crema lenitiva a scelta in modo da contrastare il fenomeno. Di norma, se il problema è stato preso per tempo, le ragadi alle mani scompaiono del tutto entro massimo 20 giorni circa. Se il problema persiste si consiglia di rivolgersi ad uno specialista dermatologo, o eseguire comunque una visita medica. Nei casi più gravi, per evitare infezioni e quindi problemi maggiori, il medico può prescrivere una cura antibiotica.

Unghie delle mani, le malattie più comuni e come curarle

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it