Amicizia: quando il tempo e la distanza non contano se i cuori sono connessi


L’amicizia è qualcosa di molto importante. Non è certo una notizia da prima pagina, eppure tendiamo a dimenticarcene. Spesso diamo gli amici per scontati, ci dedichiamo alla famiglia e trascuriamo gli amici, non ci impegniamo per fare nuove amicizie e coltivare quelle vecchie.

Nell’età adolescenziale l’amicizia è di fondamentale importanza ed è spesso un sentimento molto forte che unisce un ragazzo o una ragazza ai propri coetanei, dimensione questa molto importante poiché il gruppo dei pari fornisce modelli alternativi di comportamento e di relazione rispetto a quelli familiari in cui l’adolescente può sperimentarsi alla ricerca di un’identità autonoma. L’amicizia continua ad essere importante anche nel resto del ciclo di vita benché nell’età adultacambino molto spesso sia il tipo di frequentazioni sia le aspettative, più realistiche e meno idealizzate, che si nutrono nei confronti degli altri. (Continua a leggere dopo la foto)








Non di rado un mutamento abbastanza consistente dell’ amicizia arriva con la prima età adulta, la vita di coppia e la formazione di una famiglia: si è più inclini a frequentare coppie a loro volta sposate o con figli mentre possono allentarsi i rapporti con chi, avendo fatto scelte diverse, conduce stili di vita meno affini al proprio. Se un tempo l’amicizia rimaneva confinata nei ranghi dei diversi contesti sociali, insieme a ambizioni e matrimonio, oggi supera i vecchi limiti e mette da parte le passate convenzioni, diventando immediatamente più vera, meno circostanziale e ufficialmente essenziale. (Continua a leggere dopo la foto)






Importante, necessaria, sostanziale. A dirlo è la Harvard Medical School: le donne con strette amicizie femminili hanno meno probabilità di sviluppare invalidità e nella maggior parte dei casi invecchiando saranno più vitali. Non avere amicizie strette è nocivo per la salute. Sono quelli amici, quelli che ci riempiono di ossitocina a fare di noi quelli che siamo. Gli amici con cui piangiamo e non per la tristezza ma perché sono toccanti, illuminanti, ci aprono il cuore e ci rendono coraggiosi. Quest’amicizia è la migliore opportunità che abbiamo di essere noi stessi. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Se l’amicizia tra donne si basa su una profonda rivelazione, è ai suoi antipodi che troviamo i fondamenti dell’amicizia tra i signori uomini. Le persone sono solite descrivere le amicizie tra donne come un rapporto «faccia a faccia» mentre tra gli uomini è più di tipo «fianco a fianco», una metafora esaustiva che ben descrive la differenza tra le due tipologie di rapporto.

Tradimento, ecco perché si fanno le corna anche quando si ama il partner

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it