“Sta per morire”. Rifiuta il ciuccio, la madre capisce tutto. E il bimbo muore


Una madre distrutta ha dovuto dire addio al suo bimbo di appena un anno: il piccolo aveva appena compiuto un anno, erano passati solo 10 giorni dal giorno del compleanno quando il piccolo si è addormentato per non svegliarsi mai più. La giornata per Danielle O’Shaughnessy, di Wallsend, era iniziata come tutte le altre giornate e la donna, all’inizio non aveva dato peso al fatto che il figlio Danyl non avesse voluto prendere il ciuccio. Poi, quando la cosa si era ripetuta all’ora di pranzo, Danielle si era insospettita. Anzi, di più. Aveva capito che c’era qualcosa di grave e aveva anche detto: “Morirà”. Ma il piccolo Danyl aveva una storia particolare… Una storia assurda raccontata dal Mirror.

Tutto era iniziato quando la donna era incinta di Danyl e del suo gemello Dylan: era il 2017 e i dottori avevano scoperto che Danyl aveva un male incurabile al cuore, un difetto molto serio. Per questo le avevano detto che avrebbe dovuto prendere in considerazione l’ipotesi di abortire. Continua a leggere dopo la foto








Ma Danielle e suo marito Kevin avevano deciso di tenere i gemelli soprattutto perché non volevano che il gemello sano perdesse la vita. Avevano deciso che, anche se sarebbe stato per poco tempo, avrebbero voluto passare del tempo con il piccolo Danyl. Prima della nascita dei gemelli, i genitori, che hanno anche un altro figlio, Oliver, passano un periodo davvero difficile. “In certi momenti mi dicevano che entrambi i gemelli erano in pericolo: non sapevo cosa pensare” ha detto la donna al Mirror. All’inizio i medici avevano detto ai genitori che Danyl non sarebbe sopravvissuto più di 3 giorni dopo la nascita. Continua a leggere dopo la foto






E invece il bimbo sopravvive ben più di 3 giorni. Il bimbo vive il suo primo Natale, la prima Pasqua, festeggia il primo compleanno, poi muore. Ma i genitori erano pronti a dirgli addio… “Quando dopo pranzo ho visto che non voleva il ciuccio – ha spiegato la mamma – ho capito che era giunto il suo momento. sapevo che c’era qualcosa che non andava, che stava per finire tutto. Ho capito che sarebbe morto”.

Dopo 5 minuti il respiro del bambino cambia completamente. “Lo tenevo tra le braccia e si è addormentato ma il suo era un sonno diverso e infatti non si è più svegliato” ha raccontato la donna. Ma Danielle, che era pronta a salutare il figlio, si sente sollevata. Continua a leggere dopo la foto



 

“Da una parte – ha spiegato – mi sento sollevata perché almeno non ho dovuto vedere il declino di mio figlio: il piccolo è morto in modo naturale, dalla mattina alla sera, senza soffrire. So che noi che siamo la sua famiglia abbiamo fatto il massimo per farlo stare bene nella sua breve vita. So che abbiamo fatto il possibile e non mi rimprovero nulla”.

Ovviamente stanno soffrendo, come tutti i genitori che perdono un figlio ma, per farsi forza, hanno deciso di creare una pagina GoFundMe per raccogliere fondi per l’ospedale di St Oswald’s Hospice di Gosforth che li ha aiutati in questo periodo difficile.

Una donna sul bus: “Fai stare zitto il bambino. Ah, è down! Io non lo sopporterei”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it