Il fidanzato russa troppo forte, lei gli spara all’ascella. Vivo per miracolo


Una donna della Florida è stata accusata di aver sparato al fidanzato all’altezza dell’ascella. Il motivo? L’uomo russava troppo forte e la donna non riusciva più a sopportare quel rumore. Come riporta il Daily Mail, Lorie Morin, 47 anni, è stata arrestata per tentato omicidio. L’uomo, dopo essere stato colpito all’altezza dell’ascella, è stato portato d’urgenza in ospedale con l’aereo di soccorso. Era mercoledì 13 marzo 2019.

La vittima, Brett Allgood era in gravi condizioni quando nell’abitazione dove è stato raggiunto da un proiettile, è stato portato via dai soccorsi. All’inizio si è pensato che lo sparo fosse stato un incidente, questo quanto ha fatto sapere lo sceriffo della Brevard County. Poi, quando la polizia ha interrogato l’uomo, ha capito che lo sparo non era stato un incidente ma che la donna aveva sparato di proposito. Attualmente la vittima si trova in condizioni stabili all’ospedale. Quando gli agenti lo hanno trovato, era sdraiato a terra accanto al letto in un lago di sangue. Continua a leggere dopo la foto








Quello sparo all’altezza dell’ascella lo aveva ridotto male e gli aveva fatto perdere molto sangue. La coppia era andata a letto dopo aver bevuto molto rum Captain Morgan e aver giocato a carte a ramino. Secondo quanto riferito dalla donna, il colpo di pistola era finito per sbaglio sull’ascella dell’uomo mentre lei cercava di spostare una scatola pesante. Ma la vittima ha sempre riportato un’altra versione, a partire da quanto ha parlato con l’Holmes Regional Medical Center dove è ricoverato. Continua a leggere dopo la foto






L’uomo ha detto che Morin l’ha colpito perché stava russando troppo forte. La deposizione parla chiara: “L’uomo ha sentito uno sparo poi si è ritrovato in un lago di sangue con un dolore atroce all’altezza dell’ascella”. Dopo la deposizione della donna, che non coincideva minimamente con quella dell’uomo, la donna è stata riascoltata. E ha fornito un’altra versione dei fatti. Nella seconda versione ha detto che il partner aveva tentato di toglierle la pistola dalle mani. Continua a leggere dopo la foto



 


Mentre lui le toglieva dalle mani la pistola, lei avrebbe sparato per sbaglio. I due partner sono stati interrogati in stanze diverse, lei, per fare un po’ di scena e mostrare le sue emozioni, “metteva le mani sulla faccia e piangeva”. Ma non le hanno creduto e hanno creduto alla versione agghiacciante dell’uomo… Che ha preso un proiettile perché stava russando. Follia, follia pura.

185 coltellate nel petto: Paola torna a casa e trova il marito che abusa della figlia 18enne

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it