Morbo di Parkinson, il sintomo da non ignorare è nella postura


Il morbo di Parkinson è una malattia degenerativa che si sviluppa in un periodo di tempo piuttosto lungo e che è provocata da un danneggiamento dei nervi del cervello. Il sintomo più comune del morbo di Parkinson è il tremore ma i segnali da tenere sotto controllo sono davvero tanti: anche la lentezza estrema dei movimenti è un sintomo della malattia che non va trascurato.
La malattia fa parte di un gruppo di patologie definite “disordini del movimento” e tra queste è la più frequente. Il nome della malattia è legato a James Parkinson, un farmacista chirurgo londinese del XIX secolo, che per primo descrisse gran parte dei sintomi della malattia in un famoso libretto, il “Trattato sulla paralisi agitante”. Tornando ai sintomi del Parkinson, qual è il sintomo della malattia che in pochissimi conoscono? Continua a leggere dopo la foto







La postura. Cosa? E che c’entra? C’entra. Chi ha una postura ingobbita, dovrebbe farsi vedere dal medico. Perché potrebbe essere a rischio di sviluppare la malattia. I pazienti affetti dal morbo di Parkinson tendono a sviluppare, con il tempo, dei lievi cambiamenti di postura, è quano si legge sul sito Medical News Today. Il motivo? La rigidità muscolare che aumenta con l’andare avanti della malattia. Continua a leggere dopo la foto




I pazienti affetti da Parkinson si ingobbiscono. Perciò, se anche voi avete notato di essere diventati più gobbi quando state in piedi, fate qualcosa. “Piccoli cambiamenti nei movimenti di una persona e nella sua postura – si legge sul sito – possono essere sintomi del morbo di Parkinson. Meglio contattare il medico per, eventualmente, escludere la malattia. Chi ha il morbo di Parkinson noterà piccoli cambiamenti a livello di postura”. Continua a leggere dopo la foto


 

“Normalmente le persone stanno in piedi in modo che il peso sia distribuito sui piedi, chi ha il Parkinson, invece di stare dritto, sta ricurvo”. Non solo: anche chi nota leggeri cambiamenti della voce, potrebbe essere a rischio di Parkinson. I malati, infatti, hanno un tono di voce più basso, quando non sono addirittura svociati. Tra gli altri sintomi della malattia: debolezza muscolare, movimenti lenti, tremori.

Ecco i sintomi che segnalano il Parkinson con 10 anni d’anticipo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it