Vermi intestinali, cause e sintomi


Vermi nelle feci, parliamone. Di certo l’argomento non è dei più entusiasmanti ma devi sapere che il fenomeno è piuttosto frequente – pensate che pare che tutti si troveranno a fronteggiare il problema almeno una volta nella vita – quindi è bene conoscerlo per affrontarlo nel modo giusto. I vermi intestinali, detti con terminologia medica elminti, sono molto più diffusi nei bambini in quanto questi ultimi hanno un sistema immunitario meno sviluppato oltre che abitudini che portano alla comparsa dei vermi intestinali (per esempio l’abitudine di mettersi le mani in bocca).
Ma quali sono le cause della comparsa dei vermi intestinali? Spesso la loro comparsa è legata al consumo di carni crude (o anche poco cotte) che sono infettate dalle larve di questo parassita. Nel nostro Paese il verme responsabile di questo problema è l’Ascaris lumbricoides che porta a un’infestazione ubiquitaria. Come si trasmette? Tramite le feci l’uomo elimina le uova nel terreno, dove diventano embrionate, acquisendo così la capacità di infestare altri uomini. Continua a leggere dopo la foto







Altri tipi di verme che si possono trovare nelle feci sono l’Ancylostoma duodenale e il Necator americanus, responsabili dell’anchilostomiasi. A differenza dei precedenti, questi vermi penetrano attraverso la pelle, una volta che questa viene a contatto con il terreno in cui essi sono presenti. Ma come si fa a capire se il nostro intestino è infestato da vermi? A volte, purtroppo, i sintomi non ci sono. Continua a leggere dopo la foto




A volte, però, i sintomi ci sono eccome ma non è raro confonderli con i sintomi di un’altra malattia. Alcuni sintomi che indicano la presenza di vermi intestinali: nausea, dolori addominali e turbe dell’alvo, tosse, vomito, dispnea. Nel caso dell’ascaridiasi, poi, i vermi sono visibili. Pensate che il verme in questione può arrivare a 40 centimetri. Osservando le feci si vedono dei vermi bianco-rosati che risaltano rispetto al colore degli escrementi. Continua a leggere dopo la foto


 

Generalmente, per riscontrare la presenza di vermi nelle feci, è necessaria una semplice analisi delle feci. Una volta appurata la presenza dei vermi, sarà il medico a suggerire la cura da seguire. Comunque ricordate che la prevenzione è fondamentale: se si va in viaggio in paesi in via di sviluppo, è fondamentale prestare all’attenzione all’igiene delle mani e a quella dei cibi che si ingeriscono.

Dolore anale, le cause della proctalgia

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it