Lichen sclerosus: il pre-cancro. Come riconoscere la malattia di ano e vagina


Si chiama lichen sclerosus ed è da tutti popolarmente noto come lichen scleroatrofico. Di che cosa si tratta? Il lichen sclerosus identifica un processo morboso infiammatorio di natura sclerotica cronica, che coinvolge cute e mucose.
Il punto, però, è che questa malattia è molto difficile da diagnosticare. Quindi spesso viene minimizzato o sottovalutato. Cosa pericolosissima perché si tratta di una malattia che può precedere la comparsa del cancro. In genere il lichen sclerosus colpisce soprattutto i genitali (nell’83% dei casi) ma, potenzialmente, può intaccare ogni punto dell’organismo. Ma che cosa è questo lichen sclerosus?

È una variante del lichen planus ed è una patologia che, anche se non è molto conosciuta, è diffusissima. Secondo vari testi scientifici, la malattia è soprattutto femminile, ma dalle recenti analisi statistiche, sembra che il lichen sclerosus interessi in egual misura uomini e donne. Continua a leggere dopo la foto








Ma l’incidenza varia con il variare dell’età. L’uomo è più soggetto al lichen sclerosus con l’avanzare degli anni. Mentre nelle donne la faccenda è contraria: le bambine e le donne in età pre-menopausale sono più sensibili al lichen sclerosus di tipo ano-genitale. Pensate che il lichen sclerosus può colpire anche i lattanti, specie di sesso femminile. Nonostante possa interessare anche braccia, gambe, tronco, lingua e mucose orali, il lichen sclerosus colpisce più che altro i genitali. Continua a leggere dopo la foto






Ma come si manifesta? Con prurito, bruciore, dolore mentre si urina. Nel peggiore dei casi può degenerare e portare alla fusione delle piccole e grandi labbra della vagina. Cosa fare? Tenere sotto controllo i propri organi genitali e fare un monitoraggio costante. Visite ginecologiche sono indispensabili in particolar modo quando la donna lamenta lacerazioni o aree ipercheratosiche (ispessite) a livello genitale. Tra gli altri sintomi del lichen sclerosus c’è la secchezza a livello della mucosa vaginale e perianale, accompagnata macchie bianche, ragadi e rimpicciolimento o distruzione delle piccole labbra. Continua a leggere dopo la foto



 


Bisogna fare attenzione e non trascurare il lichen perché potrebbe essere l’indice di una forma pre-neoplastica come il carcinoma epidermoide vulvare. In caso di malattia, per la guarigione, si consiglia il lavoro in sinergia di dermatologo, ginecologo/urologo e altri specialisti, in funzione della gravità della malattia. Come si cura? Dipende dalla severità del lichen. E comunque sarà il medico a suggerirvi la cosa migliore da fare.

Vagina, cosa le succede se non si fa sesso

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it