Sanguinamento dopo il sesso o la masturbazione, le cause


Ti è capitato di avere un sanguinamento dopo un rapporto o dopo esserti mastrubata? Non farti prendere dal panico: a volte può capitare, specie nelle donne di età compresa tra i 18 e i 35 anni. Le donne, però, tendono a non parlarne per vergogna. E questo è un errore.

Perché lo spotting, ovvero le perdite di sangue fuori dal ciclo, non sono un fenomeno da sottovalutare. Ed è importante capire quali sono le cause, specie se il fenomeno si presenta spesso. Se succede di rado, non c’è problema ma se capita spesso bisogna indagare a fondo perché significa che qualcosa non va. Quali possono essere le cause? Varie. Per esempio potrebbe esserci un polipo nell’utero o delle piccole piaghe. Prima di tutto, però, bisogna capire da dove venga il sangue. A volte il sangue può venire dall’imene anche se la donna non è più vergine. Le perdite di sangue dopo un rapporto dovute ai residui dell’imene si possono verificare, per dire, anche se si cambia compagno, perché l’anatomia del pene può essere differente. Continua a leggere dopo la foto








Di solito se si perde sangue dopo il sesso, la causa è un’irritazione della mucosa vaginale: spesso i rapporti troppo intensi e carichi possono creare delle escoriazioni nella vagina che causano delle perdite dopo l’atto sessuale. Anche la secchezza vaginale può portare a sanguinamenti dopo il sesso. La secchezza, a sua volta, può dipendere dall’uso di contraccettivi ormonali o dall’età. La mancata lubrificazione, però, può essere dovuta anche ad una mancanza di eccitazione. Continua a leggere dopo la foto






Altre cause dei sanguinamenti dopo il sesso possono essere la vaginite o un ectropion nel collo dell’utero. Le perdite di sangue dopo un rapporto possono essere causate, inoltre, da un polipo posizionato nel collo dell’utero oppure, nei casi più gravi da una formazione tumorale. Insomma, le cause possono essere tante e quindi è importante prenotare subito una visita dal ginecologo che saprà capire l’origine del problema. Il ginecologo potrebbe consigliarvi un pap-test, un HPV Dna Test ed effettuare una colposcopia. Continua a leggere dopo la foto



 


Quando preoccuparsi? Se il sanguinamento dopo il sesso è frequente, è il caso di preoccuparsi. Sicuramente non sarà nulla di preoccupante (per esempio potreste aver dimenticato di prendere una pillola, se prendete la pillola) ma è meglio accertarsi con uno specialista. Se la perdita di sangue è avvenuta dopo un rapporto particolarmente intenso, parlatene con il partner e ricordategli che il sesso deve essere un piacere…

Sesso con il migliore amico, cosa accade dopo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it