“Edging”, ritardare l’orgasmo per aumentare il piacere di coppia


Hai mai sentito parlare di edging? Beh, allora è arrivato il momento di “sdoganare” il concetto. Te lo diciamo subito: è una cosa che ha a che fare con il sesso quindi preparati. E smettila di imbarazzarti di fronte a un argomento come questo.
L’edging è una pratica che ha come obiettivo quello di ritardare il piacere controllando l’orgasmo. Il termine è inglese e significa “bordo”, limite, orlo. Già dal significato della parola si capisce che si tratta di una pratica che conduce alla soglia dell’orgasmo. Ed è proprio così: l’edging consiste nell’avvicinarsi al limite dell’orgasmo senza raggiungerlo. In pratica non si fa che rinviare completamente il momento del piacere. Per poi ricominciare a fare sesso, avvicinarsi ancora all’orgasmo senza però raggiungerlo. Poi ricominciare. Il piacere che si raggiunge è estremo e a volte si ha l’impressione di impazzire… Di piacere, naturalmente. Continua a leggere dopo la foto








Ma quante volte si ritarda l’orgasmo? E quante volte si ricomincia? Ovviamente quella è una cosa soggettiva e dipende da quanto si riesce a resistere. Ma perché l’edging è così pazzesco? Il controllo dell’orgasmo permette di amplificare l’orgasmo stesso. Infatti la rinuncia temporanea al piacere alimenta l’attesa e dunque l’intensità del momento finale. Ma come si mette in pratica l’edging? La prima cosa importante da fare è conoscere il partner. Continua a leggere dopo la foto






Conoscere il proprio partner è di certo un vantaggio: così, per esempio, si può ritardare l’orgasmo durante la masturbazione, introducendo, perché no, delle variazioni e degli elementi nuovi. Con la sperimentazione riesci anche a capire se l’edging possa piacerti o meno. Altro step fondamentale è la comunicazione. Se vorresti provarlo, non vergognarti di proporlo al partner. Esternare le proprie fantasie sessuali, infatti, fa bene alla coppia. Poi sarà lui che, se proprio non se la sente, si rifiuterà di accettare. Continua a leggere dopo la foto



 

Ricorda che il rispetto è fondamentale. Nei rapporti come nella vita. È giusto anche concordare un limite con il proprio partner in modo da non andare oltre. Se entrambi siete tranquilli, potete provare e portare l’altro al limite del piacere, fermarvi o rallentare e riprendere. Beh, cosa aspetti? Senti se il tuo uomo è pronto a sperimentare l’edging…

Il sesso dopo i 50 anni come cambia per uomini e donne

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it