Giramenti di testa: non sempre banali. Ecco quando sono sintomo di qualcosa di grave


 

Sarà capitato a tutti, avere un improvviso giramento di testa, magari dopo essersi alzati troppo velocemente, per essersi dimenticati di mettere qualcosa sotto i denti, nelle giornate particolarmente calde. Ma affrontando per bene l’argomento dal punto di vista scientifico: quali sono le possibili cause dei giramenti di testa? Quando allarmarsi? Bene, è importante partite con una premessa: i sintomi e i rimedi contro questo disturbo, particolarmente diffuso, sono diversi. Come afferma Elena Arrisico su tantasalute.it, la sintomatologia che contraddistingue questa condizione non può, certamente, passare inosservata: vertigini, vista che si annebbia, sudorazione, mal di testa e malessere generale. A volte, questi sintomi possono suscitare preoccupazione, specialmente quando sorgono in maniera improvvisa, senza che si possano collegare ad una ragione ben precisa. In questi casi, è bene consultarsi con il proprio medico di fiducia, per sottoporsi ad eventuali esami, che possano fornire una spiegazione più precisa del disturbo. Sui giramenti di testa, è il caso di allarmarsi nel momento in cui il disturbo si presenta in maniera continua e non si riesce a trovare una spiegazione, anche perché la gamma di patologie sottese ai giramenti di testa può essere davvero vasta. Come sempre e in ogni circostanza, allarmarsi non fa bene per svariati motivi – se alla base c’è un problema di stress o ansia non si farebbe altro che peggiorare la situazione, ad esempio – è quindi meglio pensare alle possibili cause e nel caso affrontarle. (Continua dopo la foto)








I giramenti di testa sono sempre più frequenti e rappresentano di per sé un sintomo. Spesso, però, questi sono legati a una sintomatologia più vasta caratterizzata da: forti giramenti di testa, vista che si annebbia, mal di testa, vertigini, malessere generale, sudorazione, pallore, perdita dei sensi, spossatezza, stato confusionale, perdita di equilibrio, vomito, nausea. Ora, è fondamentale pensare alle possibili cause dei giramenti di testa che, per inciso, possono essere diverse e includono: stress eccessivo, debolezza, insonnia o sonno insufficiente, attacchi di panico e ansia, bassa concentrazione di zuccheri (ipoglicemia), artrosi cervicale, i cui sintomi non devono essere sottovalutati. In queste condizioni, i capogiri sono solo uno degli elementi di un quadro di sintomi più numerosi e vi si incorre perché non si sta attenti a non effettuare bruscamente movimenti con la testa: i giramenti di testa, quindi, possono essere correlati a disturbi che riconducono alla cervicale. (Continua dopo le foto)








 


Ma anche colpi di calore, gravidanza (perché i giramenti di testa possono presentarsi anche in questo caso), circolazione del sangue (da non sottovalutare: l’ipotensione e l’ipertensione), alimentazione scorretta (ma anche intolleranze alimentari), anemia (ovvero carenza di ferro), disidratazione, effetti collaterali di farmaci, affaticamento della vista (soprattutto per chi lavora molto al PC), gastrite o reflusso gastroesofageo, cinetosi (ovvero malattia del movimento), sinusite, abuso di alcol. Ci sono poi dei problemi molto più gravi che potrebbero essere la causa dei giramenti di testa, come ad esempio un tumore, ma anche disturbi ormonali. Insomma, il consiglio sempre lo stesso: alla comparsa di segni e sintomatologia, contattate il medico che – grazie a una serie di analisi ed esami – stabilirà la diagnosi e la terapia più corretta da seguire. Insomma, in genere i giramenti di testa sono un fastidio passeggero, ma non vanno sottovalutati perché potrebbero essere un campanello di allarme per malattie più gravi come ictus, aneurisma cerebrale, aterosclerosi e altro ancora. Nel caso siano molto fastidiosi e persistenti è opportuno consultare il medico di base. Sarà lui a fare la prima diagnosi e, se necessario, prescrivervi esami specifici e una visita da uno specialista.

Ti potrebbe anche interessare: Addio odore ‘di pesce’: come avere la vagina profumata (e fresca) tutto il giorno

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it