Megacolon tossico, i sintomi di questa gravissima malattia


Avete mai sentito parlare di megacolon tossico? Il megacolon indica una distensione gassosa del colon (uguale o superiore a 6 cm) che può essere congenita o acquisita. Quest’ultimo si distingue in forme tossiche o non tossiche, in base alle cause che hanno determinato. Il megacolon tossico è una complicanza grave e rara che si può sviluppare in corso di una malattia infiammatoria cronica dell’intestino o di un’infezione. Si tratta di una cosa molto grave che può portare alla morte.

Il megacolon tossico si verifica quando il processo infiammatorio, che in genere si limita alla mucosa intestinale in corso di una colite semplice, si è esteso a tutti gli strati della parete intestinale. È importante conoscere i sintomi di questa grave patologia in modo da poter richiedere subito un appuntamento dal medico che ci dirà cosa fare. Iniziamo con il dire che i sintomi di questa patologia compaiono all’improvviso. Continua a leggere dopo la foto








I sintomi sono acuti, generalmente, anche se possono anche sopraggiungere in modo lento. In questo caso i sintomi diventano più severe con il passare delle ore. Vediamo quali sono. Per prima cosa chi ha il megacolon tossico ha un notevole gonfiore addominale. Tra i sintomi ricorrenti anche crampi addominali, diarrea (più di 10 scariche al giorno) seguita da costipazione, sangue nelle feci, battito accelerato, febbre, brividi e sudori freddi, disidratazione, nausea e vomito. Continua a leggere dopo la foto






Ma come si arriva alla diagnosi di megacolon tossico? Il primo passo verso una diagnosi di megacolon tossico è la raccolta della storia clinica del paziente e la visita medica, durante la quale il medico palpa la pancia del paziente che apparirà tesa, gonfia e fortemente dolente, ausculta l’addome alla ricerca dei comuni rumori tipici della peristalsi intestinale che risulteranno ridotti o assenti. Saranno poi gli esami del sangue a confermare quanto detto dal medico. Continua a leggere dopo la foto



 

Il medico richiederà una radiografia diretta dell’addome in bianco, e una TAC dell’addome per conferma diagnostica. Come si cura il megacolon tossico? La cura è medica e chirurgica. Si inizia con una decompressione intestinale per trattare l’occlusione dell’intestino. Sarà il medico a valutare se è necessario l’intervento e a prescrivere la cura da seguire.

Tumore al colon, il terzo più diffuso. I sintomi che ti salvano la vita

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it