Mestruazioni dolorose e abbondanti? Il tuo utero ha un problema: serve un controllo


Si chiama utero fibromatoso ed è una patologia che colpisce le donne di ogni età. In pratica una donna che ha l’utero fibromatoso ha dei fibromi all’interno di esso. Come si formano questi fibromi? Ancora non è ben chiaro, ma pare che giochi un ruolo importante l’ereditarietà. Anche gli scompensi ormonali, l’obesità, la carenza di vitamina D e alcune patologie dell’utero portano ad avere un utero fibromatoso. Ma come si fa a scoprire se l’utero è fibromatoso?

La diagnosi avviene solo dopo un’ecografia pelvica. In base ai casi sarà il ginecologo che deciderà se fare un’ecografia transvaginale e un’isteroscopia. L’utero fibromatoso è una cosa molto frequente tra le donne, pensate che circa l’80% ha avuto almeno un mioma o fibroma prima dei 50 anni. Inoltre le ragazze che hanno avuto il primo ciclo in età precoce hanno maggiori probabilità di avere l’utero fibromatoso, così come quelle che ancora non hanno avuto figli. Continua a leggere dopo la foto








Ma vediamo quali sono i sintomi dell’utero fibromatoso. Purtroppo spesso la malattia è asintomatica. Il che significa che spesso le donne che ne soffrono non sanno neppure di essere malate. Succede quando i fibromi sono piccoli e non danno fastidi. Quando però i fibromi crescono, arrivano i sintomi. Per esempio? Mestruazioni dolorose e abbondanti. E ancora: perdite al di fuori del ciclo, gonfiore addominale, diarrea e frequente bisogno di urinare. Continua a leggere dopo la foto






Si tratta di sintomi che possono essere confusi con altro. Da qui la necessità per le donne di sottoporsi a controlli regolari. Ma questa condizione può portare rischi? In realtà non molti: il problema può essere il ciclo troppo doloroso che rende difficile, per qualche giorno al mese, il normale svolgimento delle attività. Non solo: l’utero fibromatoso può portare problemi anche per quel che riguarda i rapporti intimi. Continua a leggere dopo la foto



 

Le donne che soffrono di questo disturbo, a causa dell’irrigidimento dell’utero hanno difficoltà a eccitarsi e quindi a lubrificarsi. Questo ovviamente rende il rapporto doloroso. Risultato? Spesso le donne preferiscono non avere rapporti… Tra le complicazioni cliniche, la necessità di eliminare o ridurre i miomi presenti all’interno dell’utero mediante terapia specifica. La cosa più importante? La prevenzione.

“Depressione sorridente”: i sintomi e i rischi di un male psicologico in crescita

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it