L’ingrediente che ci fa dormire otto ore di fila e accelera la combustione del grasso


Per molti millenni il miele è stato utilizzato come rimedio naturale: in tutto il mondo i nostri antenati sembra fossero molto consapevoli dei tanti benefici del miele sulla salute. Oggi la scienza ha individuato nel miele circa 200 elementi importanti. Il miele è un alimento molto dolce poiché composto da diverse tipologie di zuccheri come il glucosio e il fruttosio, le cui calorie sono totalmente genuine e naturali, ad appannaggio di un’alimentazione sana purché controllata. E il benessere, in certi casi, può solo beneficiarne. Ma che cosa? Il miele è un prodotto naturale elaborato dalle api (Apis Mellifera) a partire dal nettare dei fiori, il quale viene raccolto e successivamente trasformato.

Ape che raccoglie nettare da un fioreAd oggi, vengono riconosciuti circa 300 tipi differenti di miele, la cui varietà dipende dal nettare dei diversi fiori bottinati dalle api. È costituito principalmente da carboidrati, ma presenta altri composti come proteine, vitamine, aminoacidi, minerali e acidi organici. Il miele grezzo puro, inoltre, contiene anche polifenoli, flavonoidi, alcaloidi, glicosidi e composti volatili. Insomma, è un super alimento le cui componenti sono state indicate da vari studi per avere effetti antiossidanti, antimicrobici, antinfiammatori, antiproliferativi, antitumorali e antimetastatici. (Continua a leggere dopo la foto)








Fermo restando che il miele biologico e grezzo (“non lavorato”) costituisce la scelta migliore (non avendo subito alcun tipo di lavorazione industriale, le sue incredibili sostanze nutritive risultano intatte), il consumo di questa prelibatezza è vantaggioso non solo per il palato ma anche per la salute. Il miele naturale è molto ricco di antiossidanti. Questi svolgono un’azione molto importante, intercettando i radicali liberi prima che possano generare danni e causare malattie. Inoltre, sono efficaci nel rallentare il processo di invecchiamento che coinvolge il nostro organismo. Le proprietà antiossidanti del miele sono legate al suo colore: più un miele è scuro, più il suo valore antiossidante è significativo.

Grazie alla presenza di composti fenolici e flavonoidi, il miele ha anche proprietà antinfiammatorie che favoriscono la guarigione dei tessuti danneggiati. Inoltre, esso induce una risposta stimolante del sistema immunitario. In particolar modo, è stato osservato che uno zucchero presente nel miele, il nigeroligosaccaride, ha effetti positivi sul potenziamento delle nostre difese immunitarie. (Continua a leggere dopo la foto)






Il miele è un ottimo sedativo per la tosse. In base all’elevata percentuale di zuccheri in esso contenuti, questo alimento svolge un’azione emolliente sulle cellule mucosecernenti rallentando la produzione di catarro; in tal modo l’albero respiratorio risulta più libero dalle secrezioni mucose ed anche lo stimolo della tosse diminuisce, grazie all’azione lenitiva che si manifesta a carico delle mucose, con vantaggiose conseguenze. Proprietà calmanti e antistress: tra le peculiarità del miele spicca quella di essere un “calmante naturale”. Così, nei casi di stress, ansia o sonno particolarmente agitato spesso si consiglia di assumerne un cucchiaino prima di coricarsi. Non risolve del tutto, ma aiuta. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Il miele per il controllo del peso. Rispetto lo zucchero comune il miele ha un potere dolcificante superiore e presenta un valore calorico più basso (304 Kcal per 100 grammi contro le 392 dello zucchero tradizionale e le 362 dello zucchero di canna). Diete dimagranti. Nonostante si possano trovare articoli in rete collegati ad una ricerca del nutrizionista Mike McInnes, l’ecacia della sua dieta “dimagrire con il miele” non è stata confermata da nessun studio clinico. Invece uno studio della durata di un anno sulla crescita del peso negli animali in una dieta a basso impatto glicemico (low glycemic index – GI) ha evidenziato che la percentuale di aumento di peso è stata nettamente minore nei topi nutriti con miele naturale rispetto a quelli nutriti con saccarosio e zuccheri misti.

Amicizia: quando il tempo e la distanza non contano se i cuori sono connessi

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it