Hai questi sintomi alle orecchie? Meglio starci attenti: da cosa dipende e come risolvere


“Se bella vuoi apparire, un po’ devi soffrire”. Almeno una volta nella vita abbiamo sentito questo detto e così un po’ come Eva che ha appena morso la mela, siamo disposte pur di piacerci un po’ di più a indossare abiti stretti, scarpe con tacchi vertiginosi e sì, anche a fare tatuaggi, buchi alle orecchie e piercing in varie parti del corpo. In particolare per gli ultimi due, chi li ha lo sa, dopo averli fatti può accadere di sentire un po’ di prurito e sentire un cattivo odore provenire proprio dal forellino. Ora non c’è nulla di cui preoccuparsi, ma sicuramente alla cosa va posto rimedio, per evitare che un semplice fastidio si trasformi in qualcosa di più serio come un’infezione. I motivi possono essere diversi. Innanzitutto, prurito e cattivo odore possono dipendere da un”intolleranza’ al materiale con cui è fatto l’orecchino o il piercing. Molte persone, senza saperlo, sono allergiche al nichel, un metallo che molto spesso fa parte delle leghe che compongono i nostri ornamenti. Per ovviare all’inconveniente, basterà scegliere sempre oggetti costituiti da materiali ipoallergenici o in acciaio inossidabile. (continua dopo la foto)








Un’altra ragione molto comune che può scatenare fastidi ai nostri forellini può essere determinata dalla presenza di cellule morte e di sebo che vanno a finire proprio nei buchi. Il risultato è: arrossamento, gonfiore della parte interessata e un odore decisamente sgradevole. Ora che abbiamo visto le cause, vediamo quali sono i rimedi più immediati. Prima cosa sarà bene levare orecchini e piercing, lavate i fori con dell’acqua calda e disinfettate la parte con cura. Se dovesse essersi sviluppata un’infezione, potete utilizzare acqua calda e sale mettendo in 230 ml di acqua distillata, 1/2 cucchiaino di sale fino. Poi applicate il ‘miscuglio’ sulla zona con una garza di cotone. Tamponate la parte infetta e poi asciugate con cura utilizzando un panno di cotone pulito. (continua dopo le foto)








 


L’operazione va ripetuta più volte al giorno e fino a quando non avrete risolto. Se nel giro di qualche giorno non è passato, allora rivolgetevi al medico, sempre meglio non sottovalutare.Ma come evitare a monte di arrivare a tanto? Ci sono dei piccoli e semplici passi da fare dopovo aver fatto i buchi che vi renderanno la vita molto più semplice. La parola d’ordine è ‘igiene’. I fori, siano di orecchino o di piercing, vanno mantenuti ben puliti. Dopo averli fatti per circa un mese vanno tenuti netti con acqua calda e sale, con dei piccoli impacchi quotidiani (da ripetere più volte al giorno) ve la caverete. Anche i monili vanno tenuti puliti: sia piercing che orecchini vanno tolti puliti, disinfettati e poi rimessi nei vostri forellini ben igienizzati.

Ti potrebbe interessare anche: La tua vagina è “così”, ha questa secrezione? Potrebbe essere la malattia più seria…. Come si presenta il tumore dell’organo genitale femminile

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it