“Sbrigati a morire”: messaggi choc alla bambina di 7 anni malata terminale


Kiara Buonomo sta combattendo contro il cancro al cervello da oltre un anno. Oltre all’immenso dolore per la malattia, i genitori di questa bambina si trovano a combattere con una persona che continua a scrivere commenti disgustosi contro la loro piccola. “Sbrigati a morire”, “Sei una cogl**a”, “Devi essere stuprata”, sono solo alcuni dei messaggi arrivati all’indirizzo della pagina Facebook dedicata a Kiara.

ma ora i suoi cari stanno ricevendo messaggi che la definiscono un “brutto c ***” e parlano di stupro. Alla piccola Kiara sono stati dati solo pochi mesi di vita. La sua famiglia aveva creato un account social che teneva traccia della sua coraggiosa lotta per la sopravvivenza, ma la pagina ha attirato anche un gran numero di post offensivi. (Continua a leggere dopo la foto)








La mamma di Kiara Buonomo, Natasha Kinlan, ha denunciato questa persona alla polizia e ora si è espressa nella speranza che venga punito. Natasha, 30 anni, residente a Glasgow, ha detto che i messaggi hanno fatto a pezzi la sua famiglia. Al Daily Record ha detto: “Ci ha disgustato, abbiamo abbastanza cose da pensare senza lo stress extra di questo”. A Kiara il cancro era stato diagnosticata quando aveva sei anni, dopo essere andata in ospedale a causa di un tremolio alla mano. I medici sono riusciti a rimuovere il 95% del suo tumore cerebrale da 5 centimetri grazie a un’operazione di 13 ore – ma quest’anno il cancro è tornato e non c’è più niente che i medici possano fare. (Continua a leggere dopo la foto)






Natasha e il suo compagno, Aldo Buonomo, hanno iniziato a ricevere messaggi anonimi poco dopo la terrificante diagnosi e da quel momento non si sono mai placati. “Un paio di settimane dopo la diagnosi di Kiara, a gennaio dell’anno scorso, abbiamo iniziato a ricevere immagini su Snapchat che dicevano ‘sbrigati a morire’ e ci hanno detto che stavamo sprecando denaro per le cure.” Un altro messaggio aveva una foto di Kiara con la didascalia: “Stai morendo, non sentiremo mai più la tua voce orribile.” (Continua a leggere dopo le foto)



 


L’ultimo messaggio offensiva è stato ricevuta mercoledì sera quando Kiara Buonomo è stata ricoverata in ospedale per un intervento chirurgico d’urgenza. Aveva fluidi nel suo cervello e Natasha non sapeva se sarebbe sopravvissuta. La polizia scozzese ha dichiarato: “La polizia è a conoscenza di questo e le indagini sono in corso”.

Da una banale tonsillite alla ‘Sindrome dell’esorcista’: ”Si mangiava le braccia”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it