Tumore della vescica: controlla la tua urina e scopri se hai il sintomo più frequente. Come spesso accade, sembra una cosa banale ma non è affatto così


Ultimamente, andando al bagno, hai notato che nella tua pipì ci sono tracce di sangue? Beh, potrebbe essere per via di qualche ormone. Potrebbe essere per via del ciclo mestruale. Potrebbe trattarsi del cosiddetto spotting tra un ciclo e l’altro. Se però questa problematica dura da diverso tempo, faresti bene a consultare un medico. Perché il sangue nelle urine può essere il campanello d’allarme di malattie serissime. Anche del tumore della vescica. La vescica è l’organo che ha il compito di raccogliere l’urina che viene filtrata dai reni, prima di essere eliminata dal corpo. Per tumore della vescica si intende la trasformazione (in senso maligno) delle cellule che ne rivestono la superficie interna. Come riporta il sito dell’Airc, “il tipo più frequente di tumore della vescica è il cosiddetto carcinoma a cellule di transizione che costituisce circa il 95% dei casi. Altri tipi di cancro alla vescica sono rappresentati dall’adenocarcinoma e dal carcinoma squamoso primitivo, ma sono decisamente meno frequenti”. Ma quanto è diffuso il tumore alla vescica? Rappresenta circa il 3% di tutti i tumori e, in urologia, è secondo solo al tumore della prostata. Continua a leggere dopo la foto








È più comune tra i 60 e i 70 anni, ed è tre volte più frequente negli uomini che nelle donne. Secondo i dati del Registro Tumori, in Italia nel 2012 sono stati diagnosticati circa 24.500 casi di tumore vescicale, considerando sia le forme infitranti sia quelle superficiali. La sopravvivenza a cinque anni supera, in Italia, il 70% dei casi. Ma quali sono i sintomi di questo tumore? Come dicevamo sopra, il sintomo più frequente è il sangue nelle urine che assumono un colore rosso o ruggine. Non solo, tra i campanelli d’allarme ci sono anche: difficoltà a urinare pur essendo in presenza dello stimolo; presenza di coaguli, sensazione di non aver completamente svuotato la vescica anche dopo aver fatto pipì. Se il tumore è a uno stadio avanzato, però, ci sono anche altri sintomi. Continua a leggere dopo le foto








 

 


Per esempio c’è dolore nella zona pelvica e al fianco. Se hai riscontrato uno o più di questi sintomi, meglio andare dal medico. Come si fa la diagnosi? Le procedure diagnostiche, nel caso vi sia un sospetto di cancro alla vescica, si basano sull’ecografia, sulla radiologia, sulla risonanza magnetica e sui metodi endoscopici, come la cistoscopia. Importante è anche la ricerca di cellule tumorali nel campione di urine (citologia urinaria). Come in quasi tutti i tumori, un ruolo fondamentale è giocato dalla prevenzione: smettere di fumare e iniziare a seguire un’alimentazione sono delle buone norme per evitare di ammalarsi.

La tua vagina è “così”, ha questa secrezione? Potrebbe essere la malattia più seria…. Come si presenta il tumore dell’organo genitale femminile

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it