Allerta su formaggi francesi per sospetta contaminazione da batterio


Rischio contaminazione Escherichia coli per alcuni formaggi francesi a base di latte crudo. Il nostro ministero della Salute segnala che le autorità francesi, “attraverso il sistema europeo di allerta rapido alimentare (Rasff), hanno comunicato l’insorgenza di casi di sindrome emolitica uremica riconducibile al consumo di formaggi francesi a latte crudo.

I formaggi coinvolti provengono dallo stabilimento con numero di riconoscimento Fr 26 281 001 Ce”. (Continua a leggere dopo la foto)













Questi i prodotti interessati: Saint- Felicien (confezioni da 180 g) e Saint Marcellin (confezioni da 80 g) tutti i lotti da l 032 a l 116; i marchi commerciali Fromagerie alpine, Carrefour, Reflet de France, Leclerc, Lidl, Auchan, Rochambeau, Prince des bois, Sonnailles et Prealpin. “Il ministero della Salute ha già provveduto ad allertare gli assessorati regionali alla sanità affinché verifichino il rispetto delle procedure previste.  (Continua a leggere dopo la foto)



Mentre le informazioni per i consumatori sono pubblicati nel sito dell’autorità francese”. Ritirato, invece, Bisù formaggio morbido a latte crudo, a marchio Pe.ra. formaggi Sas per rischio contaminazione da E. coli di tipo 026, lotti di produzione 19066; 19087; 19102. (Continua a leggere dopo la foto)

A metà marzo, migliaia di forme di formaggio con questo batterio erano state richiamate in Francia, dopo che un totale di 13 bambini sono stati infettati da E. coli, alcuni con complicanze renali, importanti, come riporta la Direzione Generale della Salute (DGS).

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it