Dieta dell’insalata: via 5 chili in un mese. E senza rinunciare al gusto


Dieta dell’insalata, mai sentita? Con la bella stagione (e la prova costume che si fa sempre più vicina) è l’ideale per buttare giù i chiletti di troppo. Specie se si ha poco tempo, perché è una dieta che consente di perdere 5 chili in un mese, come riporta il sito Dilei, e senza rinunciare al gusto, dunque con pochi sacrifici. Già, anche perché che c’è di più versatile di un’insalata, che può essere composta da un’infinità di verdure?

Il bello è anche questo: è una dieta che non “annoia”, perché mixando i vari ingredienti si possono creare sempre piatti diversi. Inoltre, tra i tanti benefici, l’insalata possiede un alto potere saziante e impedisce così di provare il tanto fastidioso “buco nello stomaco”, che spesso manda all’aria la dieta e i sacrifici fatti fino a quel momento. (Continua dopo la foto)








Continuando con la lista dei “pro”, la dieta dell’insalata è perfetta anche per chi combatte spesso con la pancia gonfia, la cellulite e le gambe pesanti. Grazie all’alto contenuto di fibre e di acqua, infatti, un menù basato su questa pietanza aiuta a sentirsi subito più leggeri e in forma. Ancora: è ottima anche per chi pranza in ufficio. Quali ingredienti scegliere? Bisogna dosare le proteine magre (uova, salmone, pollo, tacchino, formaggi light e tonno) e verdure. (Continua dopo la foto)






Sì a carote e pomodori se l’obiettivo è (anche) quello di sfoggiare una bella tintarella; rucola e crescione, ricchi di vitamina C, aiutano invece a combattere l’invecchiamento ed evitare le macchie scure causate dai raggi del sole. Per migliorare la diuresi sono ottime le foglie di tarassaco, gustose e super light grazie alla vitamina B. Proprio come il radicchio, un vero concentrato di vitamina A. Infine sono consigliatissimi anche gli spinaci crudi, che hanno pochissime calorie e sono ricchi di sodio, potassio, fosforo e calcio. (Continua dopo la foto)



 


Ma come funziona nel dettaglio la dieta dell’insalata? Al mattino optate per una tazza di tè verde, frutta fresca e una fetta di pane integrale o, in alternativa, uno yogurt. Per pranzo preparate una bella insalata greca, che contiene feta, olive nere, pomodori e cetrioli, mentre per cena potete gustare un’insalata di lenticchie, con radicchio rosso e mais. E gli spuntini? A metà mattina e a metà pomeriggio si può scegliere tra una manciata di mandorle o una tisana drenante.

“Gonfi”, piatti, pelosi: gli 8 tipi di capezzoli spiegati dagli esperti

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it