La manicure in gel fa venire il cancro? Cosa aumenta il rischio di ammalarsi


Che comodità la manicure in gel! Una svolta: le unghie non si scheggiano, lo smalto resta intatto per quasi un mese e si può comunque fare tutto. Fantastico. Possibile che non ci sia un lato negativo? C’è. Eccome. La manicure di questo tipo, resistente a tutto, può far venire infezioni, può comportare un invecchiamento della pelle e portare addirittura al cancro della pelle. Secondo quanto riporta anche il Daily Mail, gli studi condotti sulla manicure in gel sono ancora pochi nonostante la tecnica sia di gran moda tra i saloni di bellezza.
I dermatologi, tuttavia, suggeriscono di prendere alcune precauzioni per proteggersi. “Ci sentiamo di raccomandare ai nostri clienti di prendere precauzioni per proteggere la loro pelle” ha detto al Daily Mail il dottor Chris Adigun, dermatologo a Chapel Hill, nella Carolina del Nord, che ha scritto le linee guida per l’American Association of Dermatology. Capiamo bene quali rischi si possono correre facendo la manicure in gel. Continua a leggere dopo la foto







I gel manicure sono impostati utilizzando lampade a led che emettono raggi UVA, cioè i raggi responsabili dell’invecchiamento, dei danni alla pelle e del cancro. Ma quanto questi raggi UVA vengano emessi durante una manicure è difficile dirlo. “Il problema per capire quanto il gel sia rischioso – ha detto il dottor Adigun – è che non esiste una standardizzazione su come questo trattamento venga effettuato da un salone all’altro”. Continua a leggere dopo la foto




Quello che sappiamo sul rischio di cancro della pelle si basa più che altro sul sole, non sulle lampade a led poste a distanze diverse dalle nostre mani, a volte una volta all’anno, in certi casi una volta nella vita, ma anche una volta al mese o ogni due settimane. Va detto che ci sono fatti che incidono sulla comparsa del cancro alla pelle. E non hanno necessariamente a che fare con le lampade a led. La genetica, la pigmentazione della pelle, altri casi di cancro in famiglia, l’uso di certi farmaci, per esempio gli antibiotici che possono renderti più sensibile ai raggi UVA. Continua a leggere dopo la foto


 

Il Joshua Zeichner, dermatologo del Mount Sinai Hospital di New York ha detto la sua: “Raccomando di coprire la pelle, non importa se si tratti di guanti, di una sciarpa, l’importante è che sia protettivo contro i raggi UVA” dice il dottor Adigun. Meglio non usare la crema solare perché potrebbe interferire con la manicure stessa. Tra l’altro le creme solari proteggono dai raggi UVB non dai raggi UVA.

“Ma che schifo è?!”. Estetista choc: quel che fa alla cliente è terrificante

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it