Le tue unghie sono ‘così’ e hanno un cattivo odore? La cosa è seria (e molto contagiosa)


Hai notato delle anomalie sulle tue unghie? Delle macchioline o una variazione del colore e non riesci a capire di cosa si tratti? Se le tue unghie, in particolare le estremità, tendono a cambiare colore sfumando dal bianco al giallino, potresti essere affetto da micosi dell’unghia o onicomicosi. Altro sintomo della micosi dell’unghia sono delle macchie di vari colori come il marrone, il verde e anche il nero. Se la micosi – cioè il fungo – arriva in profondità, ci possono essere anche altre modifica dell’unghia che può diventare più spessa e sgretolarsi ai lati. Oltre a essere una cosa antiestetica, provoca anche un bel po’ di dolore. L’unghia affetta da micosi è più fragile e friabile e sembra deformata. Ma il brutto non è ancora finito: chi ha l’onicomicosi potrebbe sentire un cattivo odore sull’unghia, assistere al suo sgretolamento o, peggio, al distacco vero e proprio. Nei casi più gravi, l’onicomicosi potrebbe complicarsi e aggravarsi andando a intaccare anche la cute del piede (o della mano) e addirittura estendersi ad altre zone del corpo. Per alcune persone, cioè i diabetici, l’onicomicosi può essere pericolosa e provocare serie conseguenze. Continua a leggere dopo la foto








L’onicomicosi è una malattia molto comune delle unghie che il colpisce il 30% delle persone. Si parla di “onicomicosi” per indicare quel disturbo legato alle unghie, scatenato da microorganismi chiamati miceti. Come abbiamo detto anche sopra, la micosi esordisce con un cambio di colore dell’unghia che, se lasciata non curata, può portare a conseguenze serie. Ma cosa provoca questa sgradevole infezione? Un’infezione fungina che si sviluppa sulle unghie, aggredendole e alterandole profondamente. Tanti i fattori che ne determinano l’insorgenza, per esempio l’abbondante sudore, un calo delle difese immunitarie, l’età avanzata, il diabete, la psoriasi, la cattiva abitudine di indossare scarpe strette. Continua a leggere dopo le foto








 

Ma come si può intervenire? Le onicomicosi non sono facili da debellare e sono molto contagiose. Perciò è di certo meglio prevenire che curare. Come? Tieni sempre le unghie pulite e asciutte, tagliale e non strapparle, evita tessuti sintetici. Se noti che c’è qualche anomalia, rivolgiti subito a un podologo che ti consiglierà la giusta cura (in genere si tratta di appositi smalti o di farmaci a uso orale). Solo in casi molto gravi, l’esperto potrebbe consigliare la rimozione dell’unghia tramite intervento chirurgico. Tra i rimedi naturali per curare il problema, uno dei più efficaci è senz’altro l’echinacea.

Cancro, ecco i primi segni e sintomi della malattia. Come riconoscerli

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it