Vagina, è normale che succeda “questa” cosa? Come capire se “lei” va curata


Perdite vaginali strane, cattivo odore intimo, prurito, bruciore, fastidio, dolore durante i rapporti sessuali: la vagina manda a ogni donna dei segnali ben precisi. Se si verifica una delle cose che vi abbiamo elencato sopra, vuol dire che la vagina non è in perfetta salute. Ricordate, però: la vagina cambia di continuo. Da cosa dipendono questi cambiamenti? Dai giorni del ciclo, ovviamente. Ma come si fa a capire se una certa anomalia ha a che fare con i cambiamenti del ciclo oppure è qualcosa di patologico? “La salute della vagina è importante. Prendersi cura delle proprie parti intime è fondamentale per evitare problemi futuri in una gravidanza e per vivere una vita sessuale serena. – ha detto a Cosmopolitan il dottor Roberto Bernorio, responsabile dell’ambulatorio di sessuologia del Centro Medico Santagostino di Milano – In questo senso è importante una corretta igiene intima, regolari visite mediche e prestare attenzione ai segnali del corpo”. Come si fa a capire se la vagina è sana o meno? Continua a leggere dopo la foto








Affrontiamo il capitolo “perdite”: le perdite vaginali nei 28 giorni del ciclo sono normali. Pochi giorni prima e durante l’ovulazione, cioè intorno a metà ciclo, in genere le perdite sono chiare e non hanno odore. Se invece le perdite hanno un odore sgradevole, bisogna cercare di capire il motivo. Intanto ricordiamo che ogni vagina ha un odore tutto suo dovuto ai batteri presenti nelle parti intime. A influire sull’odore vaginale sono anche le abitudini di ogni donna, in particolare l’alimentazione e l’igiene. Continua a leggere dopo la foto






Questi odori sono normali. Se l’odore è forte vuol dire che è in corso qualche infiammazione. L’odore che deve preoccupare di più è il classico odore di pesce andato a male che potrebbe indicare una vaginosi batterica. Il ginecologo, comunque, saprà chiarire ogni dubbio. Anche il colore delle perdite ha una certa importanza: se sono trasparenti o biancastre, è tutto ok. Se invece sono giallastre o verdi o grigie e accompagnate da cattivo odore, meglio farsi visitare dal ginecologo. Ma come si fa a mantenere una vagina sana? Continua a leggere dopo la foto



 


Evitando di consumare troppe proteine animali, troppi latticini e troppo caffè. È importante usare biancheria in cotone (che va cambiata ogni giorno), evitare prodotti troppo aggressivi e curare l’igiene intima. Una volta ogni tanto è buona norma prendere uno specchietto e controllare la propria vagina: questo semplice gesto aiuterà a mantenere tutto sotto controllo.

Hai notato sopra la vagina tanti puntini che pizzicano soprattutto la notte? Intervieni subito

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it