I tuoi peli sono aumentati nonostante le continue cerette? È una malattia


Ormai è estate, tempo di scoprirsi. Ma, se da un lato siamo felici di dire addio a giacche pesanti e collant, dall’altro abbiamo un grosso problema: i peli. È vero che i peli sono un problema anche d’inverno ma d’inverno possiamo “saltare” qualche ceretta senza grossi problemi. D’estate no. Non si può categoricamente andare in giro con i peli. Dobbiamo depilarci costantemente. Ora “isoliamo” per un attimo la stagione e soffermiamoci sulla questione peli. Avere i peli è normale. Sì, sono un disagio che ci provoca imbarazzo ma non siamo certo le uniche ad averlo. Ma un aumento della peluria corporea può rappresentare la spia di una patologia da indagare insieme al medico. Quando i peli sono troppi, si parla di ipertricosi. L’ipertricosi è un aumento e ispessimento della peluria corporea femminile in zone in cui è normalmente presente ma poco visibile. Un altro problema collegato all’eccessiva peluria del corpo è l’irsutismo. In questo caso i peli compaiono in aree dove normalmente sono assenti nella donna, per esempio il viso, il torace, le areole mammarie, l’addome, la schiena e i glutei. Continua a leggere dopo la foto








Quando ci dobbiamo insospettire? Premettendo che spesso è difficile stabilire il confine fra una peluria normale e una patologica, si può dire che è importante sottoporsi a un controllo medico quando ci si accorge della presenza di grandi quantità di peli in aree del corpo normalmente “maschili”. Così come quando si nota un repentino peggioramento in una di queste zone. Sarà il medico, con il quale si dovrà parlare, che dirà qual è il disturbo e come comportarsi. Continua a leggere dopo la foto






Ma cosa provoca questo aumento patologico dei peli? Di solito un’eccessiva produzione di ormoni maschili, a opera delle ovaie o delle ghiandole surrenali. Lo stesso problema, se si verifica in età avanzata, ha a che fare con il crollo degli ormoni femminili e con la progressiva androgenizzazione. Anche alcune malattie possono provocare un aumento dei peli, per esempio quelle surrenaliche, ovariche, genetiche, farmacologiche. L’ovaio policistico, per dire, è una causa molto comune. Meno frequente è la sindrome di Cushing, che si caratterizza per un’aumentata produzione di ormoni di origine surrenalica e si associa, spesso, a obesità e ipertensione. Continua a leggere dopo la foto



 


L’irsutismo può presentarsi da solo o associato a disturbi quali perdita di capelli, acne, sovrappeso e obesità. Più raramente, possono associarsi segni di virilizzazione quali ingrandimento del clitoride, abbassamento del tono della voce, perdita della silhouette femminile. Cosa fare? Rivolgersi al medico che saprà darà la giusta cura: ci sono tanti farmaci in commercio che servono proprio a curare queste patologie. Per rimuovere i peli, può essere utile il laser sempre però abbinato a una cura farmacologico che possa risolvere il problema.

Sull’ano (o sulla vagina) ti è spuntata una cosa del genere? È una malattia grave

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it