Denti bianchi e alito fresco. Come? Col dentifricio fai da te (naturale ed economico)


 

Che c’è di più bello dei denti bianchi? Niente. Si può avere anche una bella bocca, carnosa e ben truccata, ma il sorriso è tutta un’altra storia. Il colore dei denti, si sa, può perdere brillantezza nel tempo. Fumo e consumo di tè e caffè, poi, non aiutano di certo, anzi. Ecco (anche) perché diventano grigi o gialli e spesso pieni di macchie. Premesso che andrebbe fatta spesso una pulizia completa dei denti e che lo sbiancamento professionale che fa il dentista è il metodo più efficace (ma costoso), va anche considerato che il colore dei denti che tutti vorremmo bianchissimo dipende da fattori genetici. Della serie: il bianco puro dei denti è praticamente solo un’illusione. Poi c’è lo smalto che assorbe sostanze che alterano il colore dei denti. E poi la placca, che è la responsabile del colore giallognolo dei denti. Quindi? Cosa possiamo fare noi? Intanto pulire i denti come si deve. La scelta dello spazzolino è importantissima: le setole devono essere sintetiche, dotate di punte arrotondate così da non graffiare i denti. E poi ricordiamo sempre che lo spazzolino va usato dall’alto verso il basso e non in orizzontale. E per intervenire sul colore? Rimedio naturale (ed economico), vieni a noi. Mai sentito parlare di olio di cocco? (Continua dopo la foto)








È un olio vegetale molto versatile, che si presta a molti utilizzi per via delle sue numerose proprietà. Ma anche se il nome ‘olio’ può trarre in inganno, in realtà non è liquido. Per questo si può usare come base per preparare un dentifricio che offre molti benefici al cavo orale. Quelli che si trovano in commercio contengono sostanze chimiche, quello che potete preparare a base di olio di cocco sarà assolutamente naturale e oltre a essere efficace per l’igiene orale lo è anche per sbiancare i denti. (Continua dopo la foto)






Essendo ricco di agenti antibatterici, protegge la bocca da carie e tartaro e previene le afte. Ancora, è ottimo per ammorbidire le labbra e migliorare l’alito. Ma l”olio di cocco si può usare anche da solo, per fare degli sciacqui. Procuratevi quello puro, spremuto a freddo e biologico. Serve solo un cucchiaio per volta da mettere in bocca: lasciatelo sciogliere e utilizzatelo facendo degli sciacqui passando per bene sopra tutti i denti e le gengive senza mai sputare per circa 15-20 minuti. Quindi risciacquate la bocca. Oppure potete usare l’olio di cocco per un dentifricio fai da te. (Continua dopo la foto)



 


Servono pochi ingredienti, tutti economici e facili da reperire, per il dentifricio a base di olio di cocco. Servono mezza tazza di olio di cocco, due cucchiaini di bicarbonato di sodio, 20 gocce di olio essenziale e un cucchiaino di stevia in polvere (questi ultimi due ingredienti sono opzionali). Mescolali tutti insieme fino a ottenere una pasta da usare sullo spazzolino come un normale dentifricio. Denti e sorriso ringraziano.

I tuoi peli sono aumentati nonostante le continue cerette? È una malattia

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it