Vagina perfettamente pulita: i segreti per un’igiene intima impeccabile


Sicura di sapere alla perfezione come prenderti cura della tua igiene intima? La vagina è un organo molto delicato e richiede un lavaggio specifico per evitare la proliferazione dei germi. Per una corretta igiene intima basta pulire la parte esterna con acqua e un prodotto specifico. Per quanto riguarda la parte interna, essa si pulisce da sola. Per chi volesse conferma di fare bene: si comincia dalla vulva, per poi scendere fino all’ano. Mai il contrario perché potrebbero sorgere infezioni.

Se ti fosse mai venuto in mente di usare spray o deodoranti intimi, sappi che spesso causano arrossamenti o allergie. Per quel che riguarda i cattivi odori, se ce ne sono, dovresti parlarne con il ginecologo invece di coprirli con il deodorante intimo. Ricorda che dopo esserti lavata la vagina, essa va asciugata con cura. Meglio tamponare che sfregare, tanto per dirla tutta. Quante volte al giorno dovresti lavarti la vagina? Una volta al giorno va bene. Se proprio sudi molto, puoi farlo due volte al giorno ma non di più perché rischi di peggiorare la situazione. Continua a leggere dopo la foto








Come scegliere il detergente? Non dovresti mai utilizzare il tuo solito bagnoschiuma: meglio optare per un detergente intimo delicato senza sapone e senza profumo, a pH neutro, che rispetti l’acidità naturale della tua vagina. Il prodotto detergente deve avere una base non schiumogena, meglio se arricchita con principi attivi, idratanti o lenitivi che siano.

Chi soffre di disidratazione delle mucose o pruriti, dovrebbe chiedere un parere al ginecologo su quale sapone usare. E le lavande vaginali? Le lavande vaginali sono vendute in farmacia e utilizzate per eliminare i residui del ciclo o i cattivi odori. Alcune donne le usano dopo il sesso per eliminare ogni “traccia” e abbassare il rischio di restare incinta. Continua a leggere dopo la foto






Follia. Questo metodo non soltanto è inefficace come contraccettivo, ma favorisce lo sviluppo di micosi e di infezioni come la vaginite. Per quanto riguarda l’igiene intima durante il ciclo, essa andrebbe curata ancora di più. Lavarsi in maniera e con un prodotto specifico aiuta a sentirsi più fresche e pulite, allontanando i cattivi odori e le irritazioni che si creano col contatto della zona genitale con l’assorbente.Ma invece avete mai pensato di realizzare in casa i vostri detergenti intimi? Alcuni rimedi naturali si rivelano molto efficaci per una vagina perfetta.

Lavarsi le parti intime con acqua e bicarbonato, per esempio, consente di ristabilire il giusto pH delle mucose vaginali e aiuta ad alleviare il bruciore. Come si usa: basta versarne un cucchiaio in un litro di acqua tiepida e fare dei lavaggi locali. Solo esternamente. Continua a leggere dopo la foto



 

Altro detergente quasi fai-da-te ottimo per l’igiene intima si fa in questo modo: ci si procura un detergente ecologico neutro con pH 4.5 e si aggiunge a piacere l’olio essenziale più adatto alle nostre esigenze. Per esempio le donne che desiderano sentirsi fresche dovrebbero aggiungere delle gocce di menta che, oltre a rinfrescare, elimina i cattivi odori. La salvia è un disinfettante naturale che può essere usato così: fai bollire dell’acqua e aggiungi alcune foglie di salvia, lascia riposare e raffreddare per 30 minuti e usa per il lavaggio.

Per concludere, per un’igiene intima impeccabile, ci sono delle semplici regole da seguire: cambiare la biancheria intima ogni giorno è importante, così scegliere slip in cotone e non sintetici. Il cotone fa respirare la pelle e riduce il rischio di sviluppare micosi. Ricorda inoltre di lavare la biancheria a una temperatura di 60°C.

Lichen sclerosus: il pre-cancro. Come riconoscere la malattia di ano e vagina

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it