Ti succede subito prima o dopo un rapporto? C’è un motivo preciso: la spiegazione


Il tuo lui ti attrae veramente? I rapporti sono (anche) questione di attrazione e per capire se lui ci piace davvero impieghiamo davvero poco. Ma quanto poco? Una recente ricerca tedesca ha svelato i tempi dell’amore. Secondo i ricercatori, ci vuole meno di un secondo per comprendere se la persona che abbiamo di fronte ci attrae dal punto di vista fisico oppure no. Sono 244 millisecondi, per essere precisi, i secondi che il nostro cervello impiega per emettere un verdetto che, il più delle volte – sottolineano gli psicologi – è guidato da “stereotipi di genere”.

E quindi come dobbiamo fare per capire se la persona che abbiamo accanto ci attrae davvero? Ci sono dei segnali inequivocabili che non possiamo non notare. E che ci aiuteranno a venire a capo del nostro dilemma. Il primo segnale di reale attrazione ha a che fare con la lontananza… Se non riesci a stare lontana da lui e hai sempre voglia di baciarlo, toccarlo, annusarlo e di stare in intimità con lui, allora ti attrae veramente. Continua a leggere dopo la foto








Altro segnale: quando siete insieme non guardi mai l’orologio e non ti accorgi del tempo che scorre? Quando state insieme il tempo vola e vorresti fermarlo? Beh, allora ti attrae veramente. I rapporti intimi contano e sono un metro per capire se l’attrazione è vera. Se c’è intesa tra voi sotto le lenzuola e ogni incontro è meglio di quello precedente, allora vi attrae veramente. Ah! Continui a parlare di lui? E non fai che pensare a lui? Beh, che dici? Continua a leggere dopo la foto






Ma ci sono altri elementi che contribuiscono a farti capire se si tratti di vera attrazione o no. Uno studio del College di Reading, in Pennsylvania ha dimostrato che se il destinatario era attraente, gli intervistati tendevano a dettare il messaggio con voce più profonda. In pratica, se si è attratti da qualcuno, cambia il tono (e il volume) della voce. Continua a leggere dopo la foto



 

Lui ti attrae? Se le pupille si dilatano sì. Questo avviene perché l’ondata di dopamina eccita le terminazioni nervose dei nostri occhi, i muscoli si contraggono e le pupille si dilatano. Lo conferma una ricerca del Dipartimento di psicologia dell’Università di Tromsø, in Norvegia, secondo cui le donne dilatano le pupille degli occhi se si trovano di fronte a un potenziale partner, specie durante il periodo dell’ovulazione.

Intimità: in certi modi fa dimagrire lei e lui

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it