Prurito, campanello d’allarme di malattie molto gravi


Parliamo di prurito. Cosa provoca il prurito? Le punture di insetto, naturalmente ma ci sono anche altre cause. Alcuni delle quali piuttosto preoccupanti. Il prurito di per sé, non è una malattia, ma è il sintomo di un problema locale o generale. Un problema dermatologico può dare prurito, ma esso può anche essere la spia di una patologia che non ha niente a che vedere con la pelle. A ogni modo, in entrambi i casi si tratta di un’esperienza sensoriale che attiva le fibre nervose della superficie cutanea, le quali, una volta stimolate, richiamano il riflesso del grattamento per alleviare il disturbo.

La sensazione di prurito può derivare dalla presenza di lesioni della pelle ben definite, come la puntura di insetto, oppure da dermatiti allergiche da contatto, dermatiti atopiche, psoriasi, orticaria o lichen planus cronico. Ma le cause possono anche essere altre: micosi, impetigine, fotodermatiti pitiriasi rosea o le irritazioni da herpes virus. Nei bambini il prurito, oltre che dalle malattie esantematiche, è dato dalle parassitosi cutanee come la scabbia e la pediculosi. Si tratta di condizioni che si diagnosticano facilmente. Continua a leggere dopo la foto








Anche l’eccessiva secchezza della pelle, può determinare una forte sensazione pruriginosa, cosa molto frequente negli adulti e negli anziani che utilizzano prodotti per l’ igiene quotidiana aggressivi, o che bevono poca acqua o vivono in abitazioni troppo calde e con l’aria secca. Esiste anche il prurito anale che è spesso causato da scarsa igiene, da microlesioni dello sfintere, o più raramente da qualche neoplasia. Nei bambini è associato alla presenza di parassiti. Continua a leggere dopo la foto






Ma se non è associabile a una delle condizioni esposte sopra, il prurito può essere sintomo premonitore di malattie interne all’organismo. L’alterata produzione di bile, per esempio può essere causa di prurito. Ma anche eccessivi di acido urico, diabete, malattie della tiroide possono essere causa di prurito. Il prurito può anche essere sintomo premonitore di linfomi e mielomi. Di solito è un segno che viene trascurato e scambiato per un’allergia alimentare. E invece può anche essere sintomi di tumore ovarico, intestinale, mammario, prostatico, e si manifesta frequentemente in molte malattie virali, nei pazienti affetti da Aids, e nella policitemia del sangue. Continua a leggere dopo la foto



 


L’istinto di grattarsi è un sintomo che si associa anche a gravi malattie neurodegenerative come la sclerosi multipla. Nelle malattie psichiatriche, il prurito non è un sintomo ma una conseguenza di lesioni da grattamento. Tra le altre cause di prurito ci sono l’assunzione di farmaci che possono dare fastidio. In questo caso è sufficiente sospendere il farmaco incriminato per far regredire in 24 ore la sintomatologia. Come si cura il prurito? Ovviamente tutto dipende dalla causa che lo scatena. Per prima, cosa, dunque, e per escludere il peggio, prenotate una visita dal vostro medico.

Il prurito vaginale ti rende nervosa? C’è una cosa importante da fare (ora)

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it