Tumore allo stomaco, lo attiva il batterio Helicobacter pylori


Parliamo di tumore. Pare che un batterio dello stomaco porti a sviluppare la malattia. Quale batterio? L’Helicobacter pylori. Non è la prima volta che il batterio in questione viene legato al tumore allo stomaco. Ma il batterio in questione è anche responsabile di altro, in particolare dell’ulcera peptica che non è altro se non una lesione della mucosa, che può avvenire all’interno dello stomaco o dell’intestino tenue, nello specifico nella prima parte, ovvero il duodeno.

Ma pare che l’Helicobacter pylori sia anche legato al tumore allo stomaco. Secondo quanto rivelato da uno studio internazionale coordinato dall’immunologo Mario Milco D’Elios dell’Università degli Studi di Firenze e Marina de Bernard dell’Università di Padova, il batterio in questione non sarebbe la causa scatenante del tumore ma ne favorirebbe lo sviluppo. E questo non è un bene. Per niente. Anche perché l’Helicobacter pylori si trasmette molto facilmente. Continua a leggere dopo la foto








L’Helicobacter pylori, infatti, si trasmette attraverso alimenti o acqua. E le percentuali aumentano se le condizioni di igiene non sono buone. In pratica ognuno di noi rischia di venire a contatto con il batterio più volte nella vita. Ed è importante che il batterio venga eliminato con una cura antibiotica. Con la cura antibiotica, infatti, si elimina il batterio e crolla il rischio di ammalarsi di tumore. Lo sapevate? Continua a leggere dopo la foto






Sono anni che il batterio viene studiato con grande attenzione. Studi recenti hanno indicato come possa aumentare di circa sei volte il rischio di tumori in una sezione distante dall’ingresso dello stomaco, il cardias. Lo studio anticipato da Ansa evidenzia come l’Helicobacter pylori sia in grado di stimolare un’infiammazione cronica a livello gastrico. E questo diventerebbe l’elemento chiave che porterebbe alla possibilità che si formi un tumore. Continua a leggere dopo la foto



 

“Si tratta di fatto dell’aspetto più importante per lo sviluppo del cancro”, ha spiegato infatti D’Elios, cioè il medico che ha condotto la ricerca. Lo studio in questione ha analizzato i tessuti gastrici ottenuti da pazienti che hanno sofferto di tumore allo stomaco, confrontando le loro condizioni con tessuti da individui sani. E si è giunti alla conclusione che l’Helicobacter attivi le proteine infiammatorie responsabili della malattia.

Tumore, i 12 campanelli d’allarme che riguardano le donne. Parlano gli specialisti

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it