Tumore alla laringe, il mal di gola è un sintomo molto frequente della malattia


Hai spesso mal di gola? Brutte notizie. Potrebbe trattarsi di tumore alla laringe. È quanto rivela un recente studio riportato sul Daily Mail. Un mal di gola associato con fiato corto, dolore alle orecchie, gonfiore delle tonsille può essere preoccupante: questi infatti sono i classici sintomi del tumore alla laringe. Sono più preoccupanti della raucedine che finora era stato sempre considerato uno dei sintomi primari del tumore alla laringe.
Uno studio condotto su 800 pazienti ai quali era stato diagnosticato cancro alla laringe ha scoperto un 5% in più di rischio di ammalarsi quando coesistono questi sintomi (cioè mal di gola, mal di orecchie e fiato corto). Una percentuale ben maggiore rispetto a chi ha come unico sintomo la raucedine (2,7%). Le linee guide del National Institute for Health and Care Excellence hanno sempre raccomandato di tenere sotto controllo questi sintomi: raucedine, e noduli al collo senza una causa”. Continua a leggere dopo la foto








Ma la scoperta che arriva dall’Università di Exeter ribalta tutto. Secondo gli studiosi che si sono occupati della ricerca i sintomi che devono spingere il medico a sospettare un cancro alla laringe non sono solamente la raucedine e i noduli al collo. “La raucedine, per quanto molto severa – ha fatto sapere il professor Willie Hamilton – non è più un motivo per indagare su un eventuale cancro alla laringe”. E aggiunge che è una combinazione di sintomi sa dover far preoccupare. Continua a leggere dopo la foto






“Prima la combinazione di rischi non era considerata pericolosa, ora sì” ha aggiunto. La ricerca, pubblicata sul British Journal of General Practice, si è basata sullo studio di molti pazienti, i risultati sono preoccupanti. Ogni anno a più di 1700 persone viene diagnosticato il cancro alla laringe. Di quei 1700 l’80% di malati è di sesso maschile. Il numero, purtroppo, è aumentato di un terzo negli ultimi 20 anni. Le cause? Il tabacco e l’alcol sono strettamente correlati alla malattia. Continua a leggere dopo la foto



 


Negli ultimi 20 anni si è manifestato un aumento dell’incidenza di tumori orofaringei nei giovani; è stato dimostrato che queste neoplasie non sono correlate al consumo di alcol e di tabacco, ma all’infezione da Papilloma Virus (HPV, Human Papilloma Virus), lo stesso agente responsabile del cancro della cervice, trasmesso attraverso la pratica del sesso orale. La vaccinazione contro il virus HPV consente di prevenire anche la maggior parte di queste forme tumorali.

Tumore allo stomaco, lo attiva il batterio Helicobacter pylori

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it