Le mamme dovrebbero concedersi ogni tanto una vacanza da sole, parola di psicologo


Lavorare e essere mamma occupandosi dei propri figli e della propria famiglia è un doppio lavoro. Anzi è molto più di un lavoro a tempo pieno. È un impegno totalizzante che spesso porta le donne fino a dimenticarsi di se stesse.

La collaborazione di un marito/compagno offre molto sollievo alle mamme, ma anche con il miglior uomo del mondo, restano alcune occupazioni nelle quali una madre è insostituibile e, giustamente, spesso non ha nessuna voglia di farsi sostituire. Ad ogni modo, che si tratti di madri lavoratrici o casalinghe, gli psicologi sono d’accordo nell’affermare che prendersi una vacanza ogni tanto è fondamentale per il proprio equilibrio psicofisico. Una vera e propria medicina che non solo si può, ma anzi si deve prendere. (Continua dopo la foto)








È assolutamente necessario staccare dalla routine e dal caos quotidiano. Una piccola pausa dalla solita routine ti ricarica e ti rilassa allo stesso modo. Purtroppo non tutte hanno il tempo o le risorse per andare in vacanza . Per questa ragione abbiamo stilato un elenco di piccoli consigli per riuscire a raggiungere l’obiettivo: “staccare” e recuperare l’energie.

1) L’organizzazione è tutto. Pianificare la vacanza nei minimi dettagli con un po’ di anticipo abbassa i costi ed elimina lo stress degli imprevisti. Non è necessario un viaggio da sogno. Per raggiungere il risultato basta anche un piccolo weekend con il partner, mettendo, magari, da parte i soldi per una mezza giornata in un centro del benessere. (Continua dopo la foto)






2) Spezzare il logorio che nasce dalla ripetitività. Ad esempio svolgendo i lavori domestici a giorni alterni. Se non si lavano i piatti o se non si fa il bucato tutti i santi giorni non succede una catastrofe. Fissare i giorni dedicati alle faccende di casa e quelli dedicati al riposo è importante per la salute psico-fisica.

3) Darsi le “ferie” o, quantomeno, la “mezza giornata” libera. Già perché per una mamma spesso i weekend sono più faticosi dei giorni infrasettimanali. E allora ci si può regalare una mezza giornata libera per fare qualcosa di diverso, come fare shopping, andare dall’estetista, seguire un corso che ci piace, darsi alla lettura. (Continua dopo la foto)


Lot of stress doing the homework

4) E, infine, il “minimo sindacale”. Poco ma buono e, soprattutto, irrinunciabile: almeno un giorno al mese COMPLETAMENTE LIBERO! Fermatevi e allontanatevi da tutto e da tutti almeno un giorno al mese. La salute mentale e fisica vi ringrazierà.

Ricordate, nessuno ha i superpoteri e non c’è alcuna vergogna a sentirsi stanche. Rilassarsi un po’ e godersi se stesse e la vita anche lontano dai figli e, a volte dal coniuge, non è un tradimento. Tornerete più belle e amabili…

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it