Il tumore al seno la stava uccidendo, Padre Pio disse che sarebbe guarita


Una storia di devozione che ha per protagonista ancora una volta San Pio che avrebbe guarito una donna malata di cancro nel lontano 1950. A raccontare la storia il genero della signora che ha vissuto sulla sua pelle il dramma del tumore. Dice l’uomo che la suocera venne ricoverata in ospedale per un cancro al seno già operato. Una volta sotto i ferri i medici si sono accorti che il cancro si era esteso in molte altre zone del corpo. “Dopo pochi mesi, fu necessario, con un nuovo ricovero, un altro intervento analogo, al seno destro”.

Il tumore si era diffuso e i medici le prospettarono un periodo di degenza, senza alcun futuro: “Data la diffusione del male, i medici del Policlinico di Milano, diedero all’inferma tre o al massimo quattro mesi di vita”. La suocera dell’uomo, dunque, secondo il parere di chi la stava seguendo da tempo e cercava di darle un po’ di conforto, doveva rassegnarsi alla morte imminente. Se non che, il nome di San Pio cominciò a circolare, negli ambienti presso cui la signora era in cura: “A Milano, qualcuno ci parlò di Padre Pio e dei prodigi attribuiti alla sua intercessione”. Continua dopo la foto








Il convento dove Sa Pio viveva era esattamente dall’altra parte della penisola italiana, in un posto sperduto poco presente anche sulle cartine geografiche, ma l’uomo non se ne fece affatto un cruccio: “Partii immediatamente per San Giovanni Rotondo. Attesi il mio turno per la confessione e, quando giunse, chiesi al Padre la grazia della guarigione per la madre di mia moglie”. Una richiesta diretta, a cui, forse, San Pio era abituato. Continua dopo la foto






Del resto, riceveva quotidianamente persone, che si recavano da lui per problemi del genere e per ottenere guarigioni fisiche e liberazioni spirituali. E le sue parole portavano sempre quel conforto che rinfranca l’anima, da ogni peso: “San Pio fece due lunghi sospiri poi disse: “Preghiamo, preghiamo tutti. Guarirà!”. Così fu. Mia suocera, dopo l’intervento si ristabilì e andò personalmente a ringraziare San Pio che, sorridendo le disse: “Va in pace, figlia mia! Va in pace!”. Continua dopo la foto



 


Invece di pochi mesi previsti, mia suocera visse ancora diciannove anni, durante i quali crebbe, in lei ed in noi, la devota riconoscenza per San Pio”. Il procedimento che portò alla canonizzazione di San Pio ebbe inizio con il nihil obstat del 29 novembre1982. Il 20 marzo 1983, a quasi quindici anni dalla morte, iniziò il processo diocesano per la canonizzazione del Servo di Dio. Il 21 gennaio 1990 Padre Pio venne proclamato Venerabile, fu dichiarato Beato il 2 maggio 1999 e proclamato Santo il 16 giugno 2002 in piazza San Pietro da Giovanni Paolo II come San Pio da Pietrelcina. La sua festa liturgica viene celebrata il 23 settembre, anniversario della sua morte.

Ti potrebbe anche interessare: “Mammo”. È il primo uomo a partorire. Cambia sesso e resta incinto di un gay

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it