Vagina sempre bagnata e zero orgasmi? Ecco il problema fisico da non trascurare


Ci sono problemi imbarazzanti che le donne tendono a vivere in solitudine. Si tratta in genere dei problemi che hanno a che fare con l’organo genitale. Pensiamo per esempio al cattivo odore intimo, o al prurito, al bruciore, alla secchezza vaginale. Oltre ai problemi che vi abbiamo elencato ce n’è un altro del quale non si parla quasi mai. Ed è il problema della lubrificazione eccessiva. L’apparato sessuale femminile tende a lubrificarsi in modo naturale, per facilitare la penetrazione da parte del partner senza lasciare traumi sulle pareti vaginali. Ci sono donne, però, che soffrono di una eccessiva lubrificazione e soffrono. Per quanto possa sembrare strano, una eccessiva lubrificazione non è buona per raggiungere l’orgasmo. La donna che ne soffre, infatti, non sente nulla quando fa sesso e non raggiunge il culmine del piacere. Lo sapevate? Ecco. In genere, parlando di lubrificazione vaginale si pensa sempre a qualcosa di positivo, visto che in genere il problema è la secchezza della vagina che provoca fastidio, se non dolore durante il rapporto. Ma esiste anche il problema opposto anche se se ne parla molto meno. Continua a leggere dopo la foto








Da cosa è provocata l’eccessiva lubrificazione vaginale? Da squilibri ormonali, per esempio dal valore della prolattina troppo alto. In questi i vasi sanguigni che ricoprono la vagina perdono il controllo e producono troppo muco. La diretta conseguenza è una perdita di sensibilità da parte della donna. Ovviamente, se una donna non sta bene con se stessa, ne risente anche il suo uomo. Ma come si può risolvere questo problema? Una cura vera e propria non c’è anche perché ogni donna reagisce in modo diverso ai vari trattamenti. In genere alla donna che soffre di eccessiva lubrificazione si somministra la pillola anticoncezionale che, come si sa, porta secchezza. Esistono inoltre creme e lozioni che aiutano la vagina a limitare la produzione di muco. Continua a leggere dopo le foto








 


Cosa altro può aiutare a limitare l’eccessiva lubrificazione vaginale? Per esempio evitare preliminari troppo lunghi. Le donne che soffrono di questo problema non ne hanno bisogno, anzi, è molto meglio passare subito al sesso vero e proprio così da non compromettere la sensibilità. Tenere un asciugamano vicino al letto, per pulire e tamponare la vagina tra un coito e l’altro, potrebbe aiutare un po’ a rendere meno scivolosa la vulva e a sentire maggior attrito. Altro rimedio “della nonna”: fare un bidet con acqua fredda prima del rapporto aiuta a regolare momentaneamente la lubrificazione. Se la difficoltà persiste, si può optare per una lozione astringente con acido ialuronico e Ginkgo che ossigena, restringe e rassoda i muscoli vaginali.

Addio odore ‘di pesce’: come avere la vagina profumata (e fresca) tutto il giorno

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it