Dieta delle 3 ore: come perdere 1,5 kg a settimana “mangiando sempre”


Mai sentito parlare della dieta delle 3 ore? Si tratta di una dieta che fa bruciare molte calorie, fa dimagrire e tonifica anche il corpo. Wow! Esatto. E infatti in America ha già conquistato tutti e da poco si è diffusa anche in Italia. L’ideatore della dieta delle 3 ore è Jorge Cruise che sostiene che dovremmo alimentarci come i neonati per tornare in forma. La premessa non promette niente di buono? In effetti… Prima di giudicare, però, vediamo di che si tratta. Anche perché lui non è uno qualunque e in America lo chiamano il “il nuovo guru americano nella lotta contro i chili di troppo”.
Secondo Cruise, l’alimentazione quotidiana va divisa in mini pasti. Ok, la cosa vi interessa. Però sappiate che prima di seguire la dieta delle 3 ore dovreste chiedere il parere del vostro medico. Essendo una dieta particolare, è meglio stare tranquilli. Quali sono i vantaggi della dieta delle 3 ore? Innanzitutto si depura l’organismo e si riattiva il metabolismo. Poi si torna in forma in breve tempo. Continua a leggere dopo la foto








Quanto si perde? Circa un chilo e mezzo a settimana, cioè tantissimo. Il principio su cui si basa la dieta è semplice: se assumiamo solo nei pasti principali e a grande distanza di tempo, nel corpo si attiva un meccanismo di difesa. Il corpo, quindi, tende a risparmiare le energie, per la “paura” non essere più nutrito. Significa che l’organismo smette di bruciare i grassi e crea cuscinetti adiposi che gli serviranno come riserva in caso di bisogno. Continua a leggere dopo la foto






Nella dieta delle 3 ore, invece, si fanno mini pasti frequenti, a una distanza massima di 3 ore uno dall’altro. Così il grasso non si forma e si dimagrisce senza fatica. Cosa non si può mangiare? Buona notizia: nella dieta delle tre ore non viene escluso nessun alimento e si può consumare tutto. L’importante è scegliere l’ora della colazione. Da quella, ogni 3 ore bisogna consumare un mini pasto. Continua a leggere dopo la foto



 


Qualche idea per l’organizzazione del menù? A colazione una tazza di tè verde con fette biscottate integrali e un filo di miele, tre ore dopo mangiate un frutto di stagione, mentre a pranzo potete optare per degli spaghetti integrali con pomodorini e basilico, accompagnati da verdure grigliate. Tre ore dopo il pranzo concedetvi uno yogurt magro oppure della frutta secca. A cena pollo alla piastra o pesce al cartoccio, con ortaggi cotti a vapore. Tre ore dopo la cena potete via libera a un quadratino di cioccolato fondente.

Dieta Starter: come perdere 8 chili in un mese

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it