Ingrassare a tempo record: l’abitudine (comunissima) che rovina il nostro corpo


Eccoci, siamo nella stagione “calda”: l’estate si avvicina e ci iniziamo ad alleggerire, nel senso che i vestiti pesanti e coprenti che ci aiutavano a nascondere i nostri difetti in inverno non ci daranno più una mano. Saremo noi, i nostri vestitini leggeri, lo specchio e i chili di troppo. E sarà la solita tristezza. Seguiranno i soliti rimproveri – “Sarei dovuta andare in palestra” – ma la situazione, poi, non cambierà. Lo sappiamo bene. E se invece evitassimo di strafogarci e di ingrassare? Beh, detta così sembra facile. Ma non lo è. No. Perché a volte siamo nervosi e ci consoliamo col cibo. Altre volte siamo tristi e cerchiamo gioia nel cibo. Altre volte ancora siamo stressati e ancora una volta troviamo una “risposta” nel cibo. Come se il cibo ci potesse rendere meno tristi, soli, calmi e stressati.

Se siete tra coloro che cercano conforto nel cibo, dovete sapere una cosa. Una cosa che non vi piacerà. Continua a leggere dopo la foto








Cosa? Uno studio condotto su topi di laboratorio ha messo in evidenza come lo stress influisca moltissimo sul peso corporeo. Se si è stressati, infatti, si ingrassa molto di più. Ingurgitare pizza, hamburger, patatine e dolcetti quando sei stressato, ti farà ingrassare molto di più, è quanto dice una ricerca riportata dal Daily Mail. I ricercatori che hanno portato avanti lo studio hanno evidenziato come una dieta ricca di grassi combinata con molto stress, porti a ingrassare con molta facilità. Continua a leggere dopo la foto






Il professor Herbert Herzog, del Garvan Institute of Medical Research di Sydney, in Australia, ha spiegato: “Questo studio indica che dobbiamo prestare attenzione a ciò che mangiamo quando siamo stressati, onde evitare di ingrassare molto. Potrà sembrare strano ma mangiare cibo spazzatura quando si è sotto stress è una pessima idea. E porta all’obesità”. Santo cielo, che notizia orribile. Continua a leggere dopo la foto



 

Per arrivare a questa conclusione i ricercatori hanno osservato diverse aree del cervello dei topi mentre questi assumevano cibi ricchi di grassi e zuccheri. L’assunzione del cibo è regolata da una parte del cervello chiamata ipotalamo, mentre l’amigdala è quella parte che ‘gestisce’ l’aspetto emotivo di una persona. I topi stressati dell’esperimento sono diventati obesi prima dei topi che non lo erano, pur assumendo gli stessi cibi. Quindi attenzione!

Dieta delle 3 ore: come perdere 1,5 kg a settimana “mangiando sempre”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it