Irritazioni vaginali, che fastidio! Come evitarle una volta per tutte e vivere felici


L’irritazione intima è un problema fastidioso che affligge molte donne. Queste irritazioni si manifestano sotto forma di rossori, pruriti e infiammazioni dell’area vaginale. Le cause sono varie: micosi, certe volte, infezioni batteriche certe altre. Le infiammazioni, comunque, sopraggiungono anche a causa di vaginiti irritative, allergiche o di origine psicosomatica.
Alcune abitudini, poi, favoriscono l’insorgere delle irritazioni intime. Per esempio indossare abiti troppo stretti. Perché con vestiti molto aderenti l’area genitale si riscalda, si crea ristagno di sudore che favorisce le irritazioni. Altra regola per evitare le irritazioni è asciugarsi bene le parti intime dopo il bagno o la doccia. E utilizzare biancheria di cotone. Qualora si presenti un’irritazione cutanea è fondamentale evitare di grattarsi, poi è necessario capire cosa provochi l’irritazione. Finché l’irritazione non è passata, è bene evitare gli zuccheri e consumare quotidianamente yogurt. Continua a leggere dopo la foto








Ma ci sono anche degli ottimi rimedi naturali che, oltre a curare, prevengono anche le irritazioni. Per esempio il tea tree oil, si tratta di un rimedio naturale contro le irritazioni intime. Si può usare puro o diluito in olio d’oliva per massaggiare delicatamente la zona irritata o affetta da micosi. Dopo l’uso risciacquare bene con acqua fredda. Altro rimedio ottimo per contrastare le irritazioni è l’olio di cocco. Continua a leggere dopo la foto






L’olio in questione, infatti, rigenera l’epidermide contrastando rossori e pruriti. Oltre a essere utile per l’igiene intima, è utilissimo anche per la prevenzione delle irritazioni dell’area vaginale. Come si usa? Si applica direttamente sull’area interessata dall’irritazione massaggiando delicatamente. Il sollievo sarà immediato per merito delle proprietà antiinfiammatorie e antibatteriche. Anche la calendula vi viene in aiuto quando si parla di irritazioni vaginali grazie alle proprietà cicatrizzanti e rigeneranti. Come si usa? Continua a leggere dopo la foto



 

Sotto forma di olio essenziale che va massaggiato sulla cute pulita e asciutta, due o tre volte al giorno. In conclusione avete mai usato la farina d’avena? Dallo spiccato potere lenitivo, è adatta in caso di irritazioni, arrossamenti e prurito. Prepara una crema detergente mischiando un cucchiaio di farina d’avena e un cucchiaio di olio di mandorle dolci, applica il composto sulla parte interessata, massaggia delicatamente e risciacqua.

Infezione, gravidanza, tumore: quando le perdite vaginali devono preoccupare

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it