Seno cadente? Scoprite come farlo rassodare con l’aiuto dei cetrioli


 

Ogni donna vorrebbe avere  un seno sodo che stia su da solo senza l’aiuto di sostegni e ferretti. Il cedimento del seno è inevitabile con il passare del tempo e infatti, il seno non ha muscoli, essendo principalmente composto da grasso, tessuto connettivo e ghiandole. A partire dai 40 anni, e purtroppo a volte molto prima, i tessuti iniziano a cedere. Per non parlare poi di  patologie e comportamenti che accelerano questo processo: l’abitudine a stare curve, le malattie respiratorie, il fumo e l’abuso di alcol. La gravidanza, l’allattamento la menopausa, le diete, le attività faticose, le carenze nutrizionali e l’abitudine di non indossare sempre il reggiseno peggiorano le cose. Al fine di ritardare questo processo  si possono applicare sul seno delle creme idratanti, spesso molto costose, che hanno lo scopo di tonificare i tessuti. Oppure si possono adottare delle strategie casalinghe che, in qualche caso, funzionano davvero… (Continua dopo la foto)








CETRIOLO E UOVO: si tratta di una ricetta efficace a risollevare il seno: il cetriolo ha proprietà rassodanti, il tuorlo d’uovo contiene molte vitamine e proteine che possono contrastare un seno cadente. Frullate un cetriolo, a parte miscelate un tuorlo d’uovo ed un cucchiaio di margarina fino ad ottenere una pasta. Applicate il tutto sul seno e fate agire per trenta minuti, poi sciacquate con acqua fredda. Utilizzate questo composto una volta a settimana per rafforzare i tessuti.

L’OLIO DI OLIVA: per rassodare un seno cadente non c’è niente di meglio dell’olio di oliva, una fonte di acidi grassi che contrastano l’effetto dei radicali liberi. Mettete qualche goccia di olio sul palmo delle mani, strofinatele per produrre calore e massaggiate il seno con movimenti circolari verso l’alto. L’operazione dovrebbe durare circa 15 minuti per permettere un aumento del flusso di sangue ai tessuti. Ripetete per 4- 5 volte a settimana. Potete alternare l’olio di oliva a quello di mandorle, all’argan, all’olio di avocado, a quello di jojoba.








IL BIANCO D’UOVO: l’albume possiede proprietà astringenti, capaci di sollevare la pelle. Montate a neve il bianco d’uovo mescolandolo poi a dello yogurt bianco e applicate il composto sul seno. Fate agire per venti minuti poi sciacquate con acqua fredda. Ripetete una volta a settimana.

L’ALOE VERA: l’aloe contrasta l’azione dei radicali liberi e rinforza i tessuti. Applicate il gel sul seno e massaggiate con movimento circolare per 10 minuti; fate riposare la parte e ripetete per altri dieci minuti. Fatelo per tre – quattro volte a settimana. Potete miscelare l’aloe ad un cucchiaino di miele, applicare il composto sul seno, fare agire venti minuti e poi risciacquare.

IL FIENO GRECO: anticamente il fieno greco era utilizzato per trattare il seno cadente. Possiede vitamine che rinforzano le cellule e rendono la pelle del del seno liscia. Frullate 1/4 di tazza di fieno greco con acqua per formare una pasta. Massaggiate il seno e fate agire per dieci minuti. Lavate con acqua tiepida; ripetete due volte a settimana. Potete anche preparare una maschera con 1/2 tazza di yogurt, 10 gocce di olio di fieno fresco, 10 di vitamina E ed un bianco d’uovo. Frullate tutti gli ingredienti, applicate sul seno, massaggiate e fate agire per trenta minuti poi lavate con acqua fredda.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it