Ti sei svegliata con uno strano dolore all’ano? Brutta cosa, di che si tratta


 

Si chiama herpes genitale ed è causato quasi sempre da un virus chiamato HSV-2. Anche il virus che provoca l’infezione delle labbra, chiamato HSV-1, può determinare – anche se più raramente – un’infezione genitale. Ma come si manifesta? Dopo essere entrato nel corpo, il virus può causare un primo episodio di malattia che generalmente è il più forte e sparisce nel giro di 15 giorni. Ma il virus rimane latente nel corpo e periodicamente si risveglia. Perché viene l’herpes genitale? Il risveglio del virus latente è provocato da stress, febbre, mestruazioni, ma anche da traumi anche piccoli durante i rapporti sessuali. Come avviene la trasmissione del virus? Ovviamente tramite i rapporti sessuali di tutti i tipi, sia orali che vaginali che anali. L’herpes, però, può essere trasmesso anche attraverso baci o carezze. Anche scambiarsi un oggetto sessuale usato per provocarsi piacere può provocare il contagio. Ma come facciamo a capire se abbiamo o non abbiamo l’herpes genitale? Continua a leggere dopo la foto








I sintomi sono gli stessi per gli uomini e per le donne. Chi ha l’herpes genitale avverte prurito e bruciore nella zona genitale in cui poi compariranno le vesciche. Le vesciche in questione poi si romperanno lasciando il posto a piccole ulcere superficiali dolorose. In seguito compariranno croste bruno-giallastre che spariranno in pochi giorni. La prima volta che l’herpes compare si gonfiano anche i tessuti e possono comparire perdite genitali o anali. Continua a leggere dopo la foto






Non solo: si gonfieranno anche i linfonodi dell’inguine che, oltre a essere gonfi, faranno anche male. A volte l’herpes dà febbre, mal di testa, dolori articolari. Raramente sorgono anche problemi come la costipazione o l’impossibilità a urinare. Gli episodi che seguono il primo sono molto più blandi ma sempre mal tollerati a causa dell’irritazione locale. Se l’herpes coinvolge l’ano si possono avere dolori anali, perdite e sanguinamento modesto. Continua a leggere dopo la foto



 

Ci sono complicanze? A volte può capitare. I casi sono rari ma può capitare che compaiano meningite o encefalite. Come si cura? In base alla situazione il medico deciderà se e come usare farmaci antivirali. Localmente possono essere utili bagni con acqua leggermente salata, oppure acqua contenente un infuso di tè. Il ghiaccio avvolto in un panno dà sicuramente sollievo così come le sostanze che “asciugano” le lesioni, come l’amido di mais o l’alcol.

Dalla tua vagina è uscito “questo”? È il sintomo di una grave infezione

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it