La tua vagina puzza o è un’impressione? Quella “normale” odora così (assurdo)


 

Il cattivo odore intimo è l’ossessione di tutte le donne. Si tratta di un problema imbarazzante, specie se capita durante un rapporto. Ma non è nulla di tragico e, nella maggior parte dei casi, si risolve facilmente. Iniziamo col dire che la vagina ha un odore caratteristico: ogni donna ha un odore diverso là sotto, così come accade per la pelle. Quindi voler annullare completamente l’odore vaginale non è una buona idea. Ed è impossibile. L’odore della vagina cambia durante le varie fasi del ciclo mestruale, in gravidanza e durante la menopausa. Ma quale deve essere l’odore “normale” della vagina? L’odore “normale” della vagina ricorda il profumo del muschio, dalle note decise ma non troppo pungenti. Se l’odore diventa acre o sgradevole la cosa migliore è consultare il medico.
Tra le cause principali di un cattivo odore dalla vagina c’è la vaginosi batterica. In questo caso la vagina odora di pesce e dà prurito. Una volta effettuata la diagnosi della vaginosi batterica, il medico potrebbe prescrivere degli antibiotici. Che, oltre a curare l’infezione, faranno sparire il cattivo odore. Continua a leggere dopo la foto








Se l’odore della tua vagina ricorda quello della birra, potresti avere un’infezione genitale da lieviti. Si tratta di infezioni che, onde evitare peggiorino, vanno curate il prima possibile. Spesso sono accompagnate da altri sintomi come bruciore, prurito, secchezza vaginale e perdite vaginali simili a ricotta. La cura è con antimicotici locali o per via orale.  Importante: ricorda di non fare sesso orale con persone che hanno il mughetto. Questa infezione da candida colpisce il cavo orale ed è davvero fastidiosa. Continua a leggere dopo la foto






Ci sono inoltre infezioni sessualmente trasmissibili, in particolare la tricomoniasi, che provocano cambiamenti dell’odore della vagina. Se noti una variazione di qualsiasi tipo che non passa nel giro di qualche giorno, chiedi consiglio al medico. Ma come si può fare per ridurre il cattivo odore intimo? Usa detergenti delicati senza profumo, evita le lavande vaginali e i profumi intimi che non fanno che peggiorare la situazione, quando ti pulisci effettua un movimento dalla vagina verso l’ano e mai viceversa; fai pipì subito dopo un rapporto sessuale; lavati la vagina dopo aver sudato: la sudorazione nelle parti intime è di per sé una causa del cattivo odore. Continua a leggere dopo la foto



 

Eventualmente assumi dei probiotici per riequilibrare i batteri buoni nell’organismo, prevendendo le infezioni vaginali che portano la vagina a puzzare; usa biancheria in cotone; limita il consumo di caffè, cibi dolci, lieviti; quando fai il bidet usa poco detergente. Ricorda che, se l’odore di pesce si presenta durante i rapporti, si può fare qualcosa per limitare il problema. Per esempio? Fai indossare il profilattico al tuo partner; non usare lubrificanti profumati; lavati con acqua dopo il rapporto sessuale.

Dalla tua vagina è uscito “questo”? È il sintomo di una grave infezione

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it